Nuovo piano vaccini, quali sono le regole, chi ha la priorità e cosa cambia rispetto al primo piano approvato.

Nei prossimi giorni il governo presenterà il nuovo piano vaccini che di fatto cambierà le regole della campagna di vaccinazione in Italia. Il Presidente del Consiglio Mario Draghi sin dal suo discorso programmatico ha fatto sapere di voler accelerare la vaccinazione. A tale scopo ha deciso di cambiare la squadra sostituendo Borrelli con Curcio alla Protezione Civile e e facendo di Figliuolo il nuovo Commissario all’emergenza al posto di Domenico Arcuri.

La campagna di vaccinazione ‘nazionale’

In primo luogo, la campagna di vaccinazione dovrà essere più nazionale e meno regionale. Le Regioni procedono in ordine sparso e questo rende difficile il monitoraggio.

Le regole del nuovo piano vaccini: chi ha la precedenza

Per quanto riguarda le priorità, viene meno il sistema delle categorie. Ora si vaccinerà in base al criterio anagrafico. Il vaccino sarà somministrato prima ai più anziani e poi ai più giovani.

Quindi, completata la vaccinazione degli over 80, del personale sanitario, del personale scolastico e delle forze dell’ordine, si procede con la vaccinazione per fascia di età decrescente.

Avranno comunque la precedenza i soggetti fragili. Si tratta di persone con patologie o con gravi disabilità. Nello specifico, avranno la priorità:

Soggetti estremamente vulnerabili per età o per disabilità o patologie gravi persone tra 70 e 79 anni
persone tra i 60 e i 69 anni
persone con comorbidità sotto i 60 anni
persone sotto i 60 anni.

Archiviate le Primule: dove si somministrerà il vaccino

Archiviata la proposta delle Primule, figlia del Commissario Arcuri, si vaccinerà ovunque sia possibile farlo, anche nelle aziende. In tal senso la Lombardia agisce da apripista con l’accordo annunciato nella giornata del 10 marzo.

In base al piano, ogni Comune avrà almeno un grande centro vaccini che potrà essere allestito nei piazzali, nei parcheggi, nelle stazioni, negli stadi e/o nei palazzetti dello sport.

Vaccini
Vaccini

Chi somministrerà il vaccino

Anche per quanto riguarda l’esercito dei vaccinatori le regole cambiano in maniera significata. Somministreranno il vaccino anche gli odontoiatri, i medici di famiglia e gli specializzandi.

Priorità alle prime dosi

Con il nuovo piano vaccini dovrebbe essere ufficializzata o comunque consentita la strategia della prima dose. Sostanzialmente si ritarderà la somministrazione della seconda dose del vaccino per somministrare la prima ad un numero maggiore di persone.

TAG:
coronavirus primo piano vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 11-03-2021


11 marzo 2011, il disastro di Fukushima

Gli effetti collaterali del vaccino contro il Covid