Renault Xmod: scheda tecnica della versione compatta della Scénic

La monovolume prodotta a partire dal 2009 è la versione compatta della terza generazione della Renault Scénic ed è rimasta in produzione fino al 2016.

La Renault Xmod è una versione della terza generazione della Scénic (stessa famiglia della Mégane), un modello monovolume della gamma auto Renault prodotto tra il 2009 ed il 2016. La denominazione ‘Xmod’ compare solo nel mercato italiano ed indica di fatti la versione compatta del modello conosciuto come Grand Scénic.

Trattandosi di una variante compatta, la Renault Scénic Xmod è una cinque porte a cinque posti (anziché 7) che presenta dimensioni leggermente più contenute rispetto alla Scénic: essa infatti ha una lunghezza minore di oltre 20 cm (4340 mm invece di 4560 mm) che la rende più maneggevole nei percorsi urbani. Il modello è disponibile nelle versioni Dynamique, Confort e Luxe.

Design

La terza generazione Renault Scénic raccoglie l’eredità della seconda generazione del modello (2003 – 2009) rivisitandone radicalmente il design. Il designer olandese Laurens van den Acker e il suo team progettano un’auto dal profilo più armonioso, che manda in soffitta le linee severe eppure audaci della seconda generazione. Pur non discostandosi dallo stile che contraddistingueva la seconda generazione Scénic, la terza presenta svariate novità ed aggiornamenti stilistici in chiave moderna.

Il prospetto anteriore, infatti, presenta due gruppi ottici ampiamente ridisegnati e maggiormente proiettati all’indietro; la doppia griglia intervallata dal simbolo della casa automobilistica francese lascia il posto all’allungamento del cofano anteriore. La griglia risulta quindi ridimensionata mentre la fascia inferiore presenta un profilo assai più dinamico: restano i piccoli fari a forma rotonda, enfatizzati da nuovi proiettori e un inserto cromato ‘a forcella’ poi allungato su tutta la fascia del prospetto nel restyling del 2012. Una ulteriore rivisitazione realizzata nel 2013 reintroduce nel prospetto anteriore la griglia ‘spezzata’ dal logo, resa però più sportiva dalla fascia cromata e dal profilo ‘avvolgente’ attorno al Losanga Renault.

Poche le novità sostanziali per quanto concerne il prospetto laterale, investito da pochi accorgimenti. Cambia, e non poco, invece, l’anteriore: l’andamento è molto più regolare e risolve la netta separazione dei volumi tra cofano e fascia paraurti. Molto diversi anche i gruppo ottici che assumono una forma più affusolata e sono disposti in modo da descrivere una sorta di ‘L’ tra la fascia laterale al cofano e il vano stesso. Ridimensionata anche la fascia paraurti posteriore che in alcune versioni ‘rientra’ nell’alloggiamento del portellone.

Motorizzazioni, emissioni e consumi della Renault Xmod

La Renault Xmod offre una vasta scelta in fatto di motorizzazioni, sia diesel che benzina. Per quanto riguarda questi ultimi, la gamma comprende due versioni da 1.4 litri da 130 CV e 1.397 cm cubi di cilindrata; è in grado di raggiungere una velocità massima di 190 km/h e di scattare da 0 a 100 km/h in 10.5 secondi. L’altro power train a benzina, quello da 1.6 litri, ha una cilindrata maggiore (1.598 cm cubi) ma eroga una potenza minore (110 CV), così come minore è la velocità massima dichiarata dal costruttore (185 km/h).

Renault Xmod
Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/wwwrenaultcom/8444474454

Per quanto concerne i motori diesel, invece, quello da 1.5 litri ha una cilindrata pari a 1.461 centimetri cubi ed è in grado di sviluppare una potenza massima di 106 CV; la velocità massima, invece, è di 180 km/h (anche per le versioni Dynamique e Luxe che possono contare su 4 cavalli in più). Il motore – sempre alimentato a diesel – 1.9 dCi ha una cilindrata pari a 1.870 centimetri cubi, sprigiona una potenza di 131 cavalli ed è in grado di toccare i 195 km/h di velocità massima. I due allestimenti più potenti della gamma Scénic X-Mod sono i motori diesel da 2 litri (2.0 dCi Luxe e Proactive) che erogano 150 e 160 cavalli e raggiungono, rispettivamente, i 200 e i 205 km/h di velocità massima. Entrambi hanno un’accelerazione da 0 a 100 km/h inferiore ai 10 secondi (9.7 e 9.1).

Se da un lato le prestazioni sono di buon livello, dall’altro i consumi della Renault Xmod ne fanno un’auto piuttosto dispendiosa. L’allestimento meno ‘economico’ è quello 1.6 16V (13.3 km con un litro di benzina) mentre quello che consuma di meno è il diesel 1.5 dCi da 106 cavalli, con il quale è possibile percorrere oltre 20 km con un solo litro di gasolio. Anche sul fronte emissioni, la X-Mod non si pone su valori di primissima fascia: in generale, i motori a benzina producono una maggiore quantità di CO2 rispetto alle versioni diesel; il ventaglio di valori va da un minimo di 130 g/km del diesel 1.5 dCi da 106 cavalli ai 184 g/km del 2.0 dCi Luxe Proactive (anche questo a diesel). I motori a benzina, invece, producono emissioni per 168 g/km (nella versione 1.4 da 130 CV) e 174 g/km nella versione 1.6 da 110 cavalli.

Interni

La Xmod offre un abitacolo ampio e spazioso, nel quale possono trovare comodamente posto cinque persone. Il cruscotto moderno è dotato di uno schermo dal quale è possibile gestire le funzionalità dell’auto; molto versatile la gestione dello spazio: il divano posteriore è costituito da tre sedili singoli che possono scorrere in maniera indipendente, in base alle esigenze di viaggio per regolare il volume di carico a disposizione. Il bagagliaio è particolarmente capiente e funzionale, grazie all’ampio portellone di accesso e alla regolarità del profilo interno; inoltre, la capienza può essere ulteriormente aumentata facendo scorrere, abbattendo o rimuovendo i sedili posteriori, ottenendo così un piano di carico lungo quasi due metri.

Tornando al design interno, il cruscotto presenta un profilo arcuato che corre in maniera armonica da un lato all’altro dell’abitacolo; la plancia ospita un doppio display, per tenere sotto controllo i parametri dell’auto e gestire i dispositivi di infotainment, le prese d’aria frontali e l’impianto stereo; sul lato del passeggero trova posto un ampio vano portaoggetti. In generale, la X-Mod offre interni ampi, comodi e ben rifiniti, realizzati in materiali di buona qualità pur con qualche pecca, come ad esempio il bracciolo centrale posto troppo in basso per offrire un supporto comodo a chi si trova alla guida.

Il prezzo della Renault Xmod

La Renault Xmod è stata immessa sul mercato con prezzi di listino tutto sommato accessibili; il costo varia leggermente a seconda degli allestimenti ma si parte da un minimo di 19.500 per la versione 1.6 16V Confort e si arriva ad un massimo di 28.750 per la 2.0 dCi Luxe Proactive. In generale, la versione Confort risulta più economica della Dynamic o Luxe con differenze nell’ordine di alcune migliaia di euro.

Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/atelierdocaractere/9067201761/sizes/l

Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/wwwrenaultcom/8444474454

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 07-03-2018

Redazione Napoli

X