Renzi attacca il governo Lega-M5s: "In un mese solo due decreti approvati"

Renzi attacca Lega e Cinque stelle: “La loro gestione sui migranti sarà un grande autogol”

L’ex segretario del Pd, Matteo Renzi, è tornato a farsi sentire pubblicando un aggiornamento sulla sua E-News.

La voce di Matteo Renzi torna a farsi sentire. E l’ex premier ne ha per tutti: attacco duro e diretto verso i partiti al governo, ma una frecciata al proprio, di partito, non è risparmiata. Queste alcune delle sue parole, riportate sulla sua E-News: “Il tempo vola e il nuovo Governo ha già compiuto un mese. Decreti approvati: due. Uno per dare una proroga ai benzinai sulla fatturazione elettronica, uno per affrontare la questione del Tribunale di Bari. Tanti spot sui giornali, ma tra un censimento e l’altro c’è qualcuno che possa censire – o almeno ricordare – tutte le promesse della campagna elettorale?“.

Nel primo consiglio dei ministri avevano promesso di abolire la Fornero, fare la Flat Tax al 15%, introdurre il reddito di cittadinanza con 780€ al mese che diventavano 1680€ per una famiglia con due figli, rimpatriare seicentomila clandestini“, ha proseguito Renzi, “e invece il Governo è fermo a zero. Anche questa settimana la Camera dei Deputati non lavora perché non c’è niente all’ordine del giorno. Niente“.

Pd, Renzi attacca Lega e Cinque stelle

L’ex premier è quindi passato al tema dell’immigrazione: “Hanno approcciato al tema bloccando due navi di poveri malcapitati in mezzo al Mediterraneo. Pensavano di cambiare la linea dell’Europa prendendo in ostaggio qualche centinaio di disperati, scommettendo sulla paura. Ma se scommettono tutti sulla paura in Europa, succede il patatrac per l’Italia. E infatti a Bruxelles è passata la linea dei paesi dell’Est: hanno vinto quelli con cui Salvini vuole allearsi, quelli che credono che l’Europa funzioni tirando su i muri. Un giorno, temo presto, ricorderemo la gestione grilloleghista sull’immigrazione come il più incredibile autogol mai fatto dai nostri in Europa. Non do un giudizio sotto il profilo umanitario, ma banalmente utilitario: ci siamo chiamati il problema in casa, vedrete“.

Renzi e le sconfitte del Pd

Da ex segretario, Renzi si prende alcune responsabilità sul declino del Pd. Ma non sul fallimento alle ultime amministrative: “Il Pd ha perso la maggior parte dei ballottaggi. E qualcuno ha dato a me la responsabilità. Ancora? Mi fa piacere essere considerato l’alibi per tutto, ma questa lettura del voto e poco più che una barzelletta“.

MATTEO RENZI amministrative
MATTEO RENZI

Fonte foto copertina: https://twitter.com/RaiNews

ultimo aggiornamento: 02-07-2018

X