Il nuovo report di Ema su AstraZeneca: “Nessun nesso tra trombosi e vaccino”.

ROMA – Un nuovo report di Ema su AstraZeneca non cambia il giudizio dell’ente regolatore. “Un nesso causale con il vaccino anti-Covid per i casi di trombosi rare segnalati dopo la somministrazione non è dimostrato, ma è possibile e ulteriori analisi stanno proseguendo – si legge sul documento, riportato dall’Adnkronosal momento la revisione non ha identificato alcun fattore di rischio specifico, come l’età, il sesso o una precedente storia medica di disturbi della coagulazione, per gli eventi molto rari di trombosi anomale segnalate dopo la somministrazione del prodotto […]”.

Nuova comunicazione dopo Pasqua

Gli approfondimenti continueranno nelle prossime settimane per verificare eventuali nessi tra i casi di trombosi e il vaccino. “Entro il 9 aprile il Prac dovrebbe emettere una raccomandazione aggiornata – ha precisato l’Ema, riportata da La Repubblicaoltre al nostro personale, stanno partecipando alla valutazione anche esperti esterni indipendenti inclusi ematologi, neurologi ed epidemiologi. Professionisti che hanno discusso aspetti specifici al fine di identificare i fattori di rischio associati alla somministrazione del vaccino“.

Vaccino Covid
Vaccino Covid

Ema: “Remota possibilità di casi di trombosi”

In conclusione l’Ema ha ricordato che “le persone vaccinate devono essere consapevoli della remota possibilità che si verifichino questi tipi molto rari di coaguli di sangue. L’ente regolatore continua a collaborare con le autorità nazionali degli Stati membri dell’Ue per garantire che vengano segnalati casi sospetti di coaguli di sangue insoliti“.

Gli accertamenti, quindi, continueranno nei prossimi giorni per accertare meglio gli effetti collaterali di AstraZeneca. In attesa di una nuova comunicazione, l’Italia non ha nessuna intenzione di seguire la linea della Germania. Il vaccino resta consigliato per tutti e non ci saranno particolari limitazioni fino a dopo Pasqua. Le altre decisioni saranno prese dopo il nuovo report da parte dell’Ema, atteso per la settimana prossima.

TAG:
coronavirus primo piano vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 31-03-2021


Pfizer, vaccino efficace anche sugli adolescenti. Pronto in autunno

Processo su ‘fotoricatto’, Emilio Fede condannato