E’ stato pubblicato il report settimanale dell’Iss. Il documento sottolinea come il booster protegge da una malattia grave.

ROMA – Pubblicato il consueto report settimanale dell’Iss. Nel documento, riportato da TgCom24, è sottolineato come il rischio ricovero per le persone non vaccinate è 9 volte più alto delle persone che sono state immunizzate con tre dosi.

Somministrazione booster che, inoltre, previene la forma di malattia grave al 93%. Per quanto riguarda il tasso di mortalità, il report ha sottolineato come le persone No Vax hanno un rischio di decesso 19 volte in più rispetto a quelle vaccinati con tre dosi. Insomma, si tratta di numeri che sembrano confermare l’efficacia del vaccino e soprattutto una situazione completamente diverse rispetto ad un anno fa.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il Covid diventa endemico?

Il Covid si avvia sempre più verso l’endemia. Almeno sembrano essere queste le sensazioni analizzando l’ultimo report dell’Iss. Da agosto, infatti, ci sono state più 200mila reinfezioni e solo nell’ultima settimana il dato è del 3,2% di persone che hanno preso il Covid nonostante già positivi in passato.

Questo, però, non ha portato ad una vera e propria pressione sui servizi sanitari. Da qui l’ipotesi che, con un numero alto di vaccinati, il coronavirus sia una influenza. Capiremo se queste sensazioni saranno confermate in futuro oppure si dovranno fare i conti ancora con restrizioni o altre decisioni.

Italia verso la normalità

I numeri, come detto, sono in netto miglioramento e l’Italia si avvicina sempre più verso una normalità. Difficile dire le tempistiche, ma il premier Draghi ha garantito la sua volontà di togliere il prima possibile tutte le restrizioni.

Parole che confermano l’intenzione di non confermare lo stato di emergenza e, soprattutto, consentire a tutti gli italiani di ritornare ad una vita molto simile a quella del 2019. Già nelle prossime settimane su questo si potrebbero avere delle importanti novità.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

coronavirus

ultimo aggiornamento: 19-02-2022


Crisi Ucraina, Donetsk e Lugansk: mobilitazione generale

Covid, via libera dell’Aifa alla quarta dose: chi la deve fare