Dalla questione Iran ai dazi alla Cina: il resoconto del G7 di Biarritz

Dalla questione Iran ai dazi alla Cina: il resoconto del G7 di Biarritz

Il resoconto del G7 di Biarritz. I leader mondiali hanno affrontato temi importanti come la questione Iran e i dazi alla Cina.

BIARRITZ (FRANCIA) – La tensione tra Iran e Stati Uniti continua ad essere molto alta. L’incontro a margine del G7 di Biarritz non è servito a riappacificare due Paesi che continuano ad essere in guerra economica tra di loro.

Durante la conferenza stampa Donald Trump si è detto disponibile ad “incontrare il presidente Rohani ma nel frattempo devono giocare le loro carte e non possono fare ciò che hanno detto di voler fare, altrimenti ci sarà una reazione violenta. Per questo credo che faranno i bravi“.

Il leader americano si è detto soddisfatto anche dei “negoziati seri sul commercio con la Cina. C’è stata grande unità, è stato un successo“.

Frena Zarif: “Le condizioni non sono giuste”

L’apertura da parte di Donald Trump non è stata confermata da Zarif. Il ministro degli Esteri, che nei giorni scorsi è ‘sbarcato’ a Biarritz, ha frenato sul possibile incontro con Rohani: “Al momento non ci sono le condizioni giuste per un vertice. Purtroppo gli europei hanno bisogno dell’autorizzazione per rispettare i propri impegni sull’intesa nucleare. Per noi questo approccio non porterà a una buona situazione per il futuro delle relazioni internazionali“.

Il pensiero di Macron

Il punto finale sul G7 di Biarritz è stato fatto dal presidente Macron: “Abbiamo trovato – conferma il leader francese – un ottimo accordo sull’imposta digitale. Nelle nostre economie ci sono situazioni molto ingiuste, alcuni soggetti non pagano le imposte e creano cambiamenti brutali, modificando anche gli equilibri“.

Emmanuel Macron
Emmanuel Macron

Il numero uno francese ritorna anche sulla questione Iran: “Abbiamo creato le condizioni di un incontro tra i due leader ma l’Iran deve rispettare i suoi obblighi nucleari. C’era molto tensione all’inizio di questo incontro ma lo spirito poi è stato molto positivo“.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/GiuseppeConte64/

ultimo aggiornamento: 28-08-2019

X