Riace, indagata la candidata a sindaco Maria Spanò

Indagata a Riace Maria Spanò, la candidata a sindaco della lista di Mimmo Lucano. Le si difende: “Aspetti che preferisco non commentare”.

RIACE (REGGIO CALABRIA) – Una nuova bufera si abbatte sulla politica italiana e in particolare di Riace. La Procura di Locri ha iscritto sul registro degli indagati, Maria Spanò, la candidata a sindaco della lista di Mimmo Lucano. L’accusa – secondo quanto riportato dal sito di La Repubblica – è quella di aver rilasciato la carte d’identità a due cittadini stranieri che non avevano requisiti.

Nessun passo indietro, almeno per il momento, da parte della candidata a sindaco di Riace che proprio tra una settimana correrà per succedere a Mimmo Lucano. Possibile che in settimana venga interrogata dai magistrati per chiarire la sua posizione. Ha chiesto lei stessa di essere ascoltata prima delle elezioni.

Tribunale di Milano
fonte foto https://www.facebook.com/francesco.nicastro

Riace, indagata Maria Spanò: “Ci sono aspetti curiosi in questa vicenda”

Contattata dai microfoni di La Repubblica, Maria Spanò ha preferito non commentare questa indagine: “Ci sono tutta una serie di aspetti molto curiosi in questa vicenda giudiziaria che preferisco non dire niente. Io ho firmato centinaia di carte di credito, non solo quelle che mi contestano. Non tocca certo al sindaco, al suo vice o all’amministrazione autorizzata al rilascio svolgere istruttoria e controlli per le carte d’identità. A noi arriva l’incartamento già pronto, la firma, come in tutti i Comuni, è solo un passaggio formale“.

La candidata a sindaco ha anche precisato come non si tratti di “una nuova inchiesta ma di uno stralcio del primo filone, diviso da quello principale per problemi tecnici“. Nei prossimi giorni Maria Spanò sarà ascoltata dai magistrati per chiarire meglio la sua posizione. Un’indagine che arriva d una settimana dalle elezioni amministrative di Riace dove correrà in testa alla lista che vede anche il nome di Mimmo Lucano.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/francesco.nicastro

ultimo aggiornamento: 19-05-2019

X