La scuola potrebbe riaprire dopo Pasqua. La ministra Bonetti: “Valutare ritorno in classe per le primarie in zona rossa”.

ROMA – La riapertura della scuola dopo Pasqua è sempre più una possibilità concreta. La ministra Bonetti, intervenuta ai microfoni di Sky Tg24, ha ribadito la necessità di valutare un ritorno in classe per i più piccoli in zona rossa.

La scuola è chiusa nelle regioni rosse – ha detto l’esponente di Iv – e mi auguro che in questa settimana ci siano regioni che possano passare in zona arancione e ritornare in presenza. Già dopo Pasqua dobbiamo rivalutare la possibilità di aprire le primarie almeno in zona rossa“.

Pd e M5s spingono per riaprire le scuole in ‘zona rossa’

Una proposta condivisa da Pd e M5s. “Crediamo sia importante – il commento dei deputati Lattanzio e Nardelli, riportato da La Repubblicadiversificare le prossime e necessarie aperture non solo per zone e colori, ma anche per fasce d’età, valutando con attenzione se anche nelle zone rosse sia possibile procedere con l’attività almeno di asili nido, scuole d’infanzia e primarie“.

Torniamo a chiedere il Governo – ha detto Gianluca Vacca (M5s) – che almeno gli alunni di asili nido, scuole dell’infanzia ed elementari tornino subito in classe, e che si lavori per riportare tra i banchi anche tutti gli altri il prima possibile“.

Scuola
Scuola

Il braccio di ferro con le Regioni

Il tema scuola divide Governo e Regioni. Gli enti locali in più di un’occasione hanno deciso di ritornare alla didattica a distanza per fermare i contagi e salvaguardare l’economia.

Provvedimenti contestati da Palazzo Chigi, ma non ci sono mai stati ricorsi anche per la questione dell’autonomia. Possibile che nei prossimi incontri il Governo chieda di seguire una linea comune per non rischiare di continuare ad andare a macchie di leopardo in questa parte finale dell’anno scolastico.


Giornata mondiale dell’acqua, l’Onu: “E’ una risorsa insostituibile”

Incidente in montagna in Lombardia, morto il nipote di Matteo Messina Denaro