Ricardo Rodriguez rivela: “Mi ha cercato l’Inter”

La lunga intervista di Ricardo Rodriguez ai microfoni de La Gazzetta dello Sport: “Milan, attento a Perisic”.

chiudi

Caricamento Player...

Intervenuto ai microfoni de La Gazzetta dello Sport, Ricardo Rodriguez ha parlato del suo ambientamento al Milan svelando anche qualche retroscena di mercato che ha preceduto il suo trasferimento in rossonero: “Il derby è speciale. Quando ero piccolo lo Zurigo era la mia squadra preferita assieme al Valencia e i derby col Grasshoppers erano sentiti: lo stadio pieno, i fumogeni. A me piace se la partita è calda. La sfida con il mio amico Perisic? Ivan è fortissimo, è pericolosissimo. È forte, ha fisico, è rapido, salta e soprattutto gioca con due piedi. La sua mentalità mi piace: anche a Milano siamo usciti a mangiare insieme. Io all’Inter? Sì, l’Inter ha parlato con il mio procuratore nella prima parte dell’anno ma il Milan, quando è arrivato, ha chiuso rapidamente. E io sono felice di giocare il derby per il Milan“.

RICARDO RODRIGUEZ
RICARDO RODRIGUEZ

Ricardo Rodriguez: “Milan, cosa non va?”

Lo svizzero ha poi parlato del difficile momento del Milan dopo le due sconfitte rimediate contro Sampdoria e Roma: “Che cosa non sta funzionando? Difficile dirlo. Il calcio è così: giorni buoni e altri no. Forse i nuovi vogliono mostrare di essere all’altezza e si mettono pressione: ci sono calciatori che la gestiscono meglio di altri. Il Milan vuole vincere, è normale che la società intervenga: la vita è così, decidono i capi. Poi non so che è successo con Marra, sono arrivato un giorno e non c’era più. Mai più visto. Mi piaceva, un bravo ragazzo. La dieta? Al Milan si può mangiare tutto, anche se io preferisco il latte di riso o di soia. Chi è il rigorista? Nelle ultime partite io ero il primo e Kessie il secondo. Non so come tirerò, decido all’ultimo istante: è puro istinto“.