Richard Rogers è morto all’età di 88 anni. Il suo nome è legato ad alcune delle strutture più famose. Ha collaborato con Renzo Piano.

È morto Richard Rogers, noto e stimato architetto italo-britannico noto al grande pubblico per opere come ad esempio il Dome of the millennium a Londra, tanto per fare un esempio.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Morto Richard Rogers, architetto italo-britannico

Rogers è morto all’età di 88 anni. Lo rendono noto i media britannici senza però specificare quelle che sono le cause del decesso. Vincitore del premio Pritzker nel 2007, nel corso della sua carriera ha regalato al mondo opere straordinarie lavorando ad esempio agli edifici della Corte europea dei diritti dell’uomo a Strasburgo. Dalla sua collaborazione con Renzo Piano nasce il progetto del centro Georges Pompidou di Parigi.

paesaggio londra panorama
paesaggio londra panorama

Chi era

Nato nel 1933 a Firenze, Richard Rogers si trasferisce in Inghilterra dopo l’inizio della Seconda Guerra Mondiale. Nel mondo dell’architettura parliamo di una sorte di rivoluzionario.

È uno dei primi a lavorare con il vetro e l’acciaio ed è uno dei primi a lasciare scoperti i tubi e le parti interne, alle quali dona dignità rendendole parte integrante della struttura anche dal punto di vista estetico. Un esempio concreto sono le Torri dei Lloyd’s della sede della compagnia di assicurazioni a Londra, che mostra i tubi rompendo con quella che era considerata come una regola inviolabile dell’architettura.

Come anticipato, portano la sua firma anche gli edifici della Corte europea dei diritti dell’uomo, tanto per fare un altro esempio.

Dalla metà degli anni Novanta Rogers era un lord e in quanto tale sedeva alla Camera dei lord, tra i laburisti.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 19-12-2021


Napoli, paura per Adam Ounas: giocatore rapinato

Tragedia a scuola, esplode castello gonfiabile. Sale a 6 il bilancio delle vittime