BMW, verranno richiamate oltre 300.000 unità in tutta Europa

BMW, verranno richiamate oltre 300.000 unità in tutta Europa

I richiami BMW sono già scattati in Corea per diversi casi di incendio al motore; l’operazione partirà a breve anche in Europa per testare un modulo difettoso nel sistema di gestione degli scarichi.

Secondo quanto riportato dal sito di informazione tedesco Frankfurter Allgemenie, la BMW richiamerà 323.700 modelli equipaggiati con motore diesel in tutta Europa (di cui 96.300 solo in Germania). Il motivo sarebbe legato alla presenza di un modulo difettoso nel sistema di ricircolo dei gas di scarico che il costruttore intende testare ed eventualmente sostituire.

Il campanello d’allarme

Il richiamo disposto dalla casa bavarese scaturisce da una serie di incidenti avvenuti in Corea del Sud. Nello specifico, dal 2016 ad oggi, secondo fonti governative si sono registrati circa 30 casi di incendio del motore (i dati relativi allo stesso problema in Europa non sono stati resi disponibili). Non a caso, i richiami BMW in Corea del Sud, ordinati su base volontaria, sono già cominciati mentre la procedura nel Vecchio Continente – secondo il portale tedesco – comincerà a breve. Lo ha reso noto un portavoce dell’azienda: i concessionari saranno informati nei prossimi giorni, poi dovranno contattare i clienti proprietari dei diesel BMW richiamati.

I modelli BMW richiamati in Corea del Sud, fanno sapere dalla casa bavarese, sono identici a quelli venduti in Europa. Il costo per rimpiazzare il modulo difettoso dovrebbe essere a tre cifre; il Frankefurter Allgemenie stima che, se tale cifra fosse pari a 500 euro, il richiamo dei modelli sul mercato europeo costerebbe 160 milioni di euro.

Secondo una portavoce di BMW Corea il modulo difettoso provoca una perdita di liquido refrigerante nel sistema di ricircolo dei gas di scarico: gas troppo caldi potrebbero incendiare i residui di sporco e di olio.

Richiami BMW
Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/thomasgroenhuijsen

Il maxi richiamo in Corea del Sud

Il portale tedesco si sofferma ulteriormente sulle proporzioni del richiamo dei diesel BMW in Corea. Nel dettaglio, i modelli coinvolti sono 42, costruiti tra il marzo 2011 ed il novembre 2016; quasi tutti sono equipaggiati con un quattro cilindri in linea, stando a quanto riferito da una portavoce di BMW Corea. Il richiamo difatti interessa quasi la metà delle BMW vendute nel paese nel periodo di riferimento, con particolare attenzione alla vecchia versione del motore BMW 520d, l’unità che sarebbe protagonista di almeno metà dei casi di incendio che hanno portato il costruttore tedesco a procedere ai richiami.

Per quanto riguarda la gestione del ‘caso’ in Corea, la BMW ha offerto il rimpiazzo del modulo difettoso (l’operazione partirà il 20 agosto) e il noleggio di una vettura di cortesia per i clienti costretti a consegnare la propria vettura difettosa. Il costruttore – che sta adeguando i motori di gamma alla nuova normativa anti-inquinamento – ha respinto le accuse di aver tardato il richiamo, in quanto le indagini interne sono state completate soltanto a giugno, riferisce la portavoce.

Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/49221095@N05/4867251047

Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/thomasgroenhuijsen

ultimo aggiornamento: 08-08-2018

X