Omicidio Idy Diene, condannato a sedici anni Roberto Pirrone

Il Tribunale di Firenze ha condannato a 16 anni Roberto Pirrone, l’uomo che ha ucciso a marzo il venditore ambulante Idy Diene.

FIRENZE – Il Tribunale di Firenze ha condannato a 16 anni Roberto Pirrone, l’uomo che nel marzo del 2018 ha ucciso il venditore ambulante Idy Diene. I giudici non hanno riconosciuto al fermato l’aggravante per futili motivi ma non hanno dato le attenuante genetici. Al termine dell’udienza è stata accolta la richiesta dell’accusa.

Omicidio Idy Diene, chiesti 16 anni per Roberto Pirrone

FIRENZE – Si è svolta venerdì 21 dicembre 2018 l’udienza per la morte di Idy Diene, il venditore africano ucciso il 5 marzo sul ponte Vespucci a Firenze. La Procura per il suo omicida, Roberto Pirrone, ha chiesto una condanna a 16 anni di carcere visto la scelta del rito abbreviato. Inizialmente il pubblico ministero aveva avanzato una proposta di 24 anni ma per la decisione dell’imputato ha dovuto ridurre di un terzo la sua richiesta.

I giudici si sono presi del tempo per decidere e hanno fissato la sentenza per il 7 gennaio 2019. Giorno che dovrebbe fissare il primo punto sulla vicenda anche se sia l’accusa che la difesa sono pronti a fare ricorso in caso la decisione non soddisfi le proprie aspettative.

Cinque Bed and breakfast migliori di Firenze

Omicidio Idy Diene, Roberto Pirrone non ricorda nulla di quel giorno

Una morte sfortunata per Idy Diene. In quel tragico 5 marzo Roberto Pirrone aveva deciso di togliersi la vita per strada a causa dei problemi economici ma per un motivo – ancora non chiaro – ha aperto il fuoco sulla folla uccidendo il venditore senegalese. Durante i vari interrogatori il fermato ma non ha mai spiegato la ragione di quel gesto, dicendo di non ricordarsi nulla.

I difensori hanno ribadito in aula che in quel momento la capacità dell’uomo era solo parziale anche se le varie perizie hanno smentito questa ipotesi. La Corte ha deciso di prendersi dei giorni per riflettere con la sentenza che è attesa per lunedì 7 gennaio. L’accusa ha confermato la richiesta a 16 anni per la scelta del rito abbreviato. I legali dell’uomo sperano di riuscire a ridurre ancora di più la condanna. Il percorso giudiziario è lungo ma il primo punto sulla vicenda sta per essere messo.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/gabriella.fusco

ultimo aggiornamento: 07-01-2019

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X