Ricongiunzione INPS – INPDAP: come funziona e quali vantaggi comporta

Le modifiche introdotte dalla Legge di Stabilità 2017

chiudi

Caricamento Player...

Ricongiunzione INPS – INPDAP: come funziona e in che modo la normativa in vigore da quest’anno favorisce i lavoratori.

Cosa significa ricongiunzione INPS – INPDAP?

E’ sempre più frequente che durante la propria vita lavorativa un individuo sottoscriva diversi tipi di contratto o che passi da una tipologia di impiego all’altra.

Gli anni della crisi economica e della sempre maggiore precarietà del mondo del lavoro hanno ingigantito questo fenomeno, tanto che con la Legge di Stabilità 2017 il governo ha stabilito di modificare la normativa vigente al fine di favorire proprio i lavoratori dalla carriera discontinua.

Nel momento in cui un lavoratore sia obbligato a passare da un istituto previdenziale all’altro a causa di un radicale cambio nella propria vita lavorativa troverà i propri contributi divisi nelle casse dei due enti.

Ricongiungere i contributi versati a INPS e INPDAP risultava negli anni passati particolarmente oneroso. Alcuni lavoratori si trovavano nelle condizioni di non riuscire a sostenerne i costi e, quindi, non erano in grado di raggiungere i requisiti minimi per andare regolarmente in pensione: gli anni di contributi versati in ognuno dei due istituti erano insufficienti ai fini del pensionamento.

Ricongiunzione INPS – INPDAP: come funziona nel 2017

A partire dal 1° Gennaio 2017 la ricongiunzione INPS – INPDAP è molto meno onerosa se non gratuita e consente di raggiungere sia i requisiti necessari al pensionamento anticipato sia quelli per il pensionamento anticipato (cosa impossibile negli anni passati).

La ricongiunzione potrà essere richiesta anche al raggiungimento dei contributi minimi per il pensionamento in uno dei due enti: in questo caso avrà la finalità di innalzare l’ammontare dell’assegno pensionistico oltre la soglia minima.

Unico requisito strettamente necessario per eseguire la ricongiunzione è che il soggetto richiedente non sia già titolare di un qualsiasi tipo di pensione in uno dei due enti coinvolti nella ricongiunzione.

Per richiedere la ricongiunzione dei contributi sarà necessario compilare un apposito modulo messo a disposizione dall’INPS.
certificato_unicasim