Il ricorso dei commissari contro ArcelorMittal: ritiro non giustificato

Ex Ilva, i commissari fanno ricorso. Gualtieri: “Nazionalizzazione è pericolosa illusione”

Ex Ilva, i commissari preparano il ricorso contro ArcelorMittal: non ci sarebbero condizioni valide che possano giustificare il ritiro dall’Italia.

Il caso ex Ilva va avanti con il ricorso dei commissari nei confronti di ArcelorMittal. La parte centrale del documento sottolinea come non ci sarebbero le condizioni perché Mittal possa lasciare l’ex Ilva rescindendo il contratto.

Dalla Cgil Landini ha proposto nuovamente l’inserimento di una rappresentanza pubblica nella società, proposta bocciata dal Ministro dell’Economia Gualtieri.

I commissari preparano il ricorso contro ArcelorMittal

Nello stato di caos e incertezza, i commissari straordinari hanno preparato un ricorso che i legali presenteranno al Tribunale di Milano.

Secondo i commissari non ci sarebbero le condizioni per procedere con il recesso del contratto da parte di ArcelorMittal. Per questo motivo la società non potrebbe procedere con il ritiro dall’ex Ilva di Taranto. La revoca dello scudo penale, stando a quanto espresso, non rappresenterebbe un fattore in grado di far saltare l’accordo stipulato.

ArcelorMittal Ilva
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/ArcelorMittalItalia

Landini: “Troveremmo utile la presenza pubblica nella società”. No di Gualtieri: “Illusione pericolosa”

Landini, Segretario Generale della Cgil, è tornato a proporre la presenza pubblica nell’azienda: “Noi troveremmo utile che dentro a questa società ci sia anche una presenza pubblica: era una delle cose che si stava discutendo da tempo. Il governo decida con quale strumento esserci: se Cdp o un altro fondo, così come succede nel resto d’Europa e del mondo“.

La proposta è stata in qualche modo allontanata dal ministro Gualtieri, secondo cui si tratterebbe di uno scenario pericoloso.

ultimo aggiornamento: 11-11-2019

X