Riesumati i resti del deputato Corrado Gex. Il pilota valdostano è morto in un incidente aereo il 25 aprile 1966.

AOSTA – Riesumati i resti del deputato Corrado Gex. La decisione è stata presa dalla Procura per effettuare ulteriori accertamenti sulle cause del decesso. “Ho preso questa decisione per fare degli approfondimenti medico-legali – ha detto il procuratore Onelio Dodero riportato da La Repubblicanecessari a chiarire alcuni punti e ricostruire la verità storica. In un senso o nell’altro“.

Nei prossimi giorni saranno effettuati tutti gli accertamenti del caso e non si esclude la possibilità di una riapertura del caso sulla morte del pilota valdostano.

Inchiesta riaperta

L’inchiesta è stata riaperta un anno fa. Le cause della morte del pilota valdostano, avvenuta in un incidente aereo il 25 aprile 1966, al momento sono collegate allo schianto del velivolo, ma la ricostruzione non sembra convincere Igino Melotti, collega e amico della vittima.

Il pilota ha sempre sostenuto un attentato visto l’impegno in politica di Gex. I punti da chiarire sono ancora diversi e per questo motivo si è deciso di riaprire l’inchiesta. La riesumazione della salma è un ulteriore passo per accertare l’accaduto e capire se si è trattato di un incidente oppure di un attentato. E non si esclude la possibilità dell’iscrizione sul registro degli indagati di alcune persone.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Auto polizia
Auto polizia

Chi era Corrado Gex

Nato ad Arvier nel 1932, Corrado Gex ha completato gli studi in Giurisprudenza prima di dedicarsi al mondo della politica. A 27 anni è stato eletto nel primo Consiglio della Valle e nominato assessore della Pubblica Istruzione. Un profilo sicuramente importante e molto apprezzato anche per aver promosso la distribuzione gratuita dei libri a tutti gli studenti delle scuole elementari e della fondazione dell’Istituto professionale di studi regionali e federalisti.

Nel 1963 la decisione di lasciare questo incarico e approdare a Roma come deputato. Un ruolo ricoperto fino alla morte avvenuta tre anni dopo.


Tifosi contro Morata, minacce di morte alla moglie e ai figli dell’attaccante della Spagna

Operazione contro la Camorra, 13 arresti a Caserta