Perché e quando chiedere un rifinanziamento

Rifinanziare il mutuo aziendale sarà necessario nel momento in cui, avendo un mutuo già in atto, un’azienda avesse bisogno di nuova liquidità.

In cosa consiste il rifinanziamento del mutuo aziendale

Il rifinanziamento del mutuo ha lo stesso scopo del mutuo di liquidità: l’ottenimento di denaro liquido da investire per migliorare le condizioni dell’azienda attraverso l’acquisto o l’ammodernamento di immobili o l’acquisto di servizi.

A differenza del mutuo di liquidità, che viene acceso a partire da zero con quella specifica finalità, il rifinanziamento del mutuo aziendale permette di sostituire il mutuo in vigore aggiungendo un debito ulteriore al debito già contratto con la banca. Dovranno essere quindi ridiscussi i parametri con cui organizzare il piano di ammortamento del mutuo che, a meno che non si voglia variare l’importo delle rate, si estenderà su un periodo di tempo più lungo del precedente.

Il rifinanziamento del mutuo viene richiesto dalle aziende che si trovano a dover affrontare spese impreviste o che hanno bisogno di consolidare un bilancio traballante utilizzando il denaro ottenuto con il rifinanziamento per estinguere eventuali debiti.

La strategia delle banche in merito al rifinanziamento del mutuo aziendale

Le banche approcciano alle richieste di rifinanziamento con estrema cautela, e sono in genere piuttosto restie ad accogliere richieste di questo tipo. In genere ogni banca offre prodotti specifici per venire incontro a questo tipo di esigenze che possono variare moltissimo da banca a banca, soprattutto per quanto riguarda il tipo di tasso (fisso o variabile) e la durata del mutuo. Rimarranno sempre fissi l’importo massimo finanziabile e le percentuali massime di finanziamento. 

E’ bene specificare che i prodotti offerti dalle banche non risulteranno sempre molto più convenienti del mutuo che il debitore si accinge a sostituire. Talvolta sono addirittura più onerosi rispetto alla richiesta di un prestito personale di pari entità (che generalmente gode di un piano di ammortamento molto breve a fronte di elevati tassi di interesse).

La Banca Intesa San Paolo è invece tra le poche banche che offre veri e propri mutui di rifinanziamento, con i quali è possibile ottenere prestiti fino a 400.000 Euro.

certificato_unicasim


Il piano di accumulo come funziona e i vantaggi per ottenere guadagni

Rimborso 730 su conto corrente: quando arriva e cosa occorre conoscere