Rijeka-Milan, Gattuso in conferenza: “Un risultato importante ci serve come il pane”

Il tecnico del Milan, Gennaro Gattuso, nella conferenza stampa alla vigilia della sfida col Rijeka: “Kalinic e Kessié possono fare di più“.

chiudi

Caricamento Player...

A pochi giorni dalla delusione di Benevento, Gennaro Gattuso è tornato a parlare in conferenza stampa alla vigilia di Rijeka-Milan, ultima sfida del girone di Europa League. Queste le sue dichiarazioni: “Per noi è una partita importante. Per la classifica non conta nulla, ma a livello mentale ci serve come il pane un risultato importante. Viene data la possibilità a chi ha giocato meno di giocare e voglio vedere giocatori che mi dimostrino voglia e mi mettano in difficoltà. Giocando in Europa con la maglia del Milan bisogna sempre avere rispetto e impegnarsi fino alla fine. Sono otto giorni che lavoro con questa squadra, e in otto giorni non si può migliorare la condizione fisica. Non è un caso che il Milan corra meno di tutti in Serie A, dopo il Torino. Stiamo facendo dei carichi di lavoro importanti. Non è un alibi, ma dobbiamo andare piano, non possiamo caricare troppo, perché si rischia che i giocatori si facciano male”.

Rijeka-Milan, Gattuso in conferenza: “Che emozione il debutto sulla panchina!

Il tecnico calabrese ha quindi proseguito: “È stato emozionante il debutto sulla panchina del Milan. Sarebbe stato bello allenarsi qua allo stadio prima della partita, ma poi abbiamo dovuto cambiare programma perché dovevamo lavorare con alcuni giocatori che sono rimasti a casa. Mi aspetto di vedere una squadra che sappia soffrire, che abbia voglia. L’età media di questa squadra è di ventun anni, però voglio vedere il senso di appartenenza e quell’assenza di paura di vincere nei momenti di difficoltà. Voglio una squadra che sia consapevole di essere forte, anche se dobbiamo migliorare tanto. Paletta? Rappresenta un giocatore del Milan che si allena con grande voglia e veemenza. Da parte mia non c’è nessun regalo, domani partirà dal primo minuto. L’ho visto bene, si allena bene ed è giusto dargli minutaggio“.

Le aspettative di Gattuso

Dagli ultimi arrivati, Gattuso si aspetta un salto di qualità al più presto: “Biglia deve migliorare, non sta al 100%. Domani giocherà, come giocherà anche Manuel. Non stiamo benissimo a livello fisico, ma non deve essere un’alibi. Sappiamo che dobbiamo migliorare. I giocatori che sono arrivati non stanno dando quello che dovevano dare. Da Kessié e Kalinic, per fare un esempio, ci aspettiamo di più. L’anno scorso avevano un altro passo. Kalinic si è sbloccato? Sperem, lo dico in lombardo. Ieri era un po’ stanco, ma l’ho visto molto pimpante, con grandissima voglia. È tranquillo e sa che può dare tanto, come ci possono dare tanto tutti i giocatori che abbiamo a disposizione“.