La Rimac C Two è un’auto prodotta dalla casa croata Rimac, specializzata in supercar. Ecco tutto quello che c’è da sapere anche sugli altri modelli.

La Rimac è una casa automobilistica croata specializzata in supercar, auto sportive e soprattutto elettriche. Sebbene produca anche sistemi di trasmissione e batterie, le quattro ruote sono quelle che le hanno dato più prestigio nel corso dei pochi anni dalla fondazione (nel 2009 da parte dell’imprenditore Mate Rimac).

Tra i veicoli elettrici che spiccano c’è sicuramente la Concept One ma soprattutto la Rimac C Two, una supercar da 1900 cv. La prima di queste due ha fatto prendere un brutto spavento a Hammond di Top Gear nel corso dello show, uscendone con una gamba rotta da un brutto incidente. Dopo questo episodio, però, la casa ha lavorato ancora di più sulla sicurezza. Ecco cosa c’è da sapere nello specifico su questi due modelli

Rimac C Two: il prezzo e la scheda

Una delle auto della casa automobilistica croata più famosa è come già detto la C Two. Ovviamente essendo una supercar sportiva e supportata da un motore da ben 1900 cavalli di potenza il prezzo è decisamente alto. In questo senso in pochi si possono permettere di spendere ben 2 milioni di euro per aquistarne un esemplare; inoltre questo modello è stato prodotto in quantità limitata ed esclusiva in soli 150 esemplari.

La Rimac C Two ha al suo interno ben 4 motori elettrici, uno per ogni ruota, che le permettono di sfrecciare in strada, con una powertrain elettrica a batteria di altissimo livello. Essi erogano fino a 1914 cavalli di potenza e una coppia motore di 2300 Nm. La velocità massima che può raggiungere è di 415 km/h a fronte di un tempo di 1,97 secondi per fare da 0 a 100 km/h. Sempre parlando di potenza essa sprigiona ben 1408 Kw e ha un’autonomia di guida di 647 km grazie a un sistema denominato NEDC.

Per quanto riguarda le batterie elettriche, ha un sistema di ricarica a 250 kw e impiega solamente 30 minuti per ricaricare le batterie a 120 kw. Inoltre ha una guida autonoma compatibile al quarto livello, che prevede appunto un sistema di guida quasi del tutto autonomo, anche grazie a 12 sensori a ultrasuoni, 6 radar, un sistema lidar e ben 8 telecamere.

Rimac: le automobili sportive della casa

La Rimac è una casa automobilistica fondata nel 2009 che si è posta l’obiettivo di offrire ai propri clienti auto sportive elettriche dalle enormi potenzialità. La prima auto della casa croata è stata la Rimac Concept One, e la seconda appunto la C Two, presentata al Salone di Ginevra nel 2018. Quest’ultima è considerata l’auto elettrica più veloce al mondo e i 150 esemplari prodotti sono stati tutti acquistati solamente dopo le prime 3 settimane dalla presentazione ufficiale. Le auto dovrebbero essere consegnate nel corso del 2020.

In una puntata di Top Gear, Hammond mentre provava la Concept One su una strada di montagna rischiò di morire perché finì fuori strada e l’auto si cappottò e prese fuoco. Il conduttore ne uscì con una gamba rotta e per fortuna per lui niente di peggio. La Rimac dopo questa esperienza lavorò molto sulla sicurezza e dimostrò, con un crash test presente anche in video su Repubblica Motori, di essere all’avanguardia per quanto riguarda tutti i sistemi di sicurezza integrati.

La Concept One è stata prodotta a partire dal 2013 (con la presentazione ufficiale avvenuta un anno prima) in appena 8 modelli totali (attualmente pare che siano solo 7 esistenti al mondo). Quest’auto, come dichiarata dalla casa automobilistica croata, fa da 0 a 100 km/h in 2,6 secondi e ha una potenza di 1088 cavalli, una coppia motrice di 1600 Nm e una velocità massima che tocca punte di 355 km/h. Sebbene sia meno potente della C Two, è ancora più esclusiva a fronte dei pochissimi esemplari prodotti.

Fonte foto: https://www.facebook.com/RimacAutomobili/

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati

TAG:
approfondimento

ultimo aggiornamento: 03-12-2020


Formula 1, George Russell al posto di Hamilton in Bahrain

Coronavirus, spostamenti tra Regioni vietati dal 21 dicembre al 6 gennaio