Rimborsi fiscali per ristrutturazioni: novità 2017

La Legge di Bilancio 2017 proroga una serie di rimborsi IRPEF tra cui i rimborsi fiscali per ristrutturazioni: scopriamo come richiederli

Prorogate per tutto il 2017 la possibilità di usufruire dei rimborsi fiscali per ristrutturazioni. Un’agevolazione davvero notevole per chi è interessato ad opere di ristrutturazione di abitazioni oppure di parti comuni dei condomini.

Rimborso ristrutturazioni

La Legge di Bilancio 2017 ha ufficialmente prorogato fino al 31 dicembre 2017 la possibilità di richiedere un rimborso IRPEF pari al 50% delle spese sostenute per la ristrutturazione delle abitazioni. Non solo prorogato per tutto il 2017 anche il “bonus mobili” riguardante l’acquisto di nuovi mobili per l’arredo di abitazioni sottoposte ad interventi di ristrutturazione. I rimborsi fiscali per ristrutturazioni pari al 50% delle spese sostenute presenta un tetto massimo di spesa fissato a 96mila euro. L’agevolazione fiscale è riconosciuta nel caso di interventi di:

  • manutenzione ordinaria e straordinaria, ma anche restauro e risanamento su singole unità immobiliari residenziali;
  • restauro, risanamento e manutenzione ordinaria e straordinaria effettuata su parti comuni di edifici residenziali;
  • ripristino e ricostruzione di immobili fortemente danneggiati da calamità naturale a patto che sia stato dichiarato lo stato di emergenza;
  • acquisto ed installazione di impianti fotovoltaici;
  • installazione di dispositivi anti-intrusione;
  • eliminazione barriere architettoniche;
  • diminuzione dell’inquinamento acustico;
  • opere di messa in sicurezza dal punto di vista sismico con l’introduzione del Sismabonus;
  • bonifica dell’amianto;
  • installazione di sistemi anti-infortunio.

Richiesta rimborsi

Risultano detraibili fino al 50% anche le spese relative all’acquisto di edifici residenziali ristrutturati da imprese di costruzione. Condizione necessaria per avere il rimborso è quello di utilizzare un metodo di pagamento come bonifico bancario o postale. Per richiedere i rimborsi fiscali per ristrutturazioni è necessario compilare il modello di accreditamento presente sul sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate. Una volta compilato il modulo in ogni sua parte è possibile richiedere il rimborso. L’accredito rimborsi verrà ripartito in dieci rate annuali di pari importo.certificato_unicasim

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 25-08-2017

Guide News Mondo

X