Rimini, incendio in un deposito di rotoballe: il rogo causato da un fulmine

Fulmine colpisce un deposito di rotoballe, vasto incendio a Rimini

Rimini, incendio in un deposito di rotoballe. A causare le fiamme sarebbe stato un fulmine che si è abbattuto sulla struttura.

Incendio a Rimini, dove un fulmine ha colpito un deposito delle rotoballe facendo divampare un rogo di vaste dimensioni che ha impegnato i vigili del fuoco per diverse ore.

Rimini, incendio in un deposito di rotoballe

L’incendio è divampato intorno alle ore 20.00 in una struttura situata tra Orsoleto e San Martino in Riparotta, per l’esattezza in via Longiano. Le fiamme alte e la densa colonna di fumo hanno attirato l’attenzione delle persone residenti nella zona ma hanno allertato anche persone che si trovano a diversi chilometri di distanza dal luogo dell’incendio.

Vigili del fuoco
Vigili del fuoco

Le cause: un incendio ha colpito la struttura

Le ricostruzioni della vicenda, che hanno trovato conferme anche tra gli uomini dei soccorritori, affermano che un fulmine si è abbattuto sul deposito e per la scarica elettrica le rotoballe che si trovavano all’esterno hanno preso fuoco originando di fatto il vasto rogo.

L’intervento dei soccorritori

Immediato l’intervento dei soccorritori che si sono occupati innanzitutto di isolare la zona chiudendo la strada al traffico e facendo allontanare le persone.

Non sono state particolarmente agevoli le operazioni di salvataggio degli animali ospitati nella struttura. Si tratta di mucche e altri animali d’allevamento ovviamente spaventati dalle fiamme.

I Vigili del fuoco hanno provato e contenere i danni delimitando il perimetro dell’incendio prima di concentrarsi sulle fiamme.

Di seguito un video girato sul luogo dell’incendio. Le immagini mostrano con chiarezza le dimensioni del rogo e l’altezza delle fiamme che hanno divorato il deposito e si sono alimentate balla dopo balla con il rischio che il rogo assumesse proporzioni ancor più preoccupanti e soprattutto coinvolgesse edifici o strutture vicine al deposito.

ultimo aggiornamento: 23-08-2019

X