Con l’autunno arriva la mazzata sulle bollette. Ma il governo lavora ad un piano per i tagli. Riflessioni in corso per un intervento-tampone in attesa della riforma.

Il governo lavora alla riforma degli oneri statali e l’intenzione è quella di applicare tagli alle bollette, che stanno vivendo da tempo un rincaro diventato ormai considerevole.

Bellette, stangata in arrivo: ma il governo studia un piano per i tagli

Nell’immediato il problema è rappresentato dalla stangata prevista per il prossimo autunno, quando il rincaro delle materie prime e l’aumento dei costi di gestione avrà un contraccolpo sulle bollette. La necessità è chiara a tutti: alleggerire il peso che grava sugli italiani. La strada da percorrere invece non è stata ancora tracciata. Al momento si vagliano le ipotesi sul tavolo alla ricerca di soluzioni idonee.

Il primo grande problema è rappresentato dal fatto che, alla luce della rivoluzione Green che sta interessando anche il mondo dell’energia, il sistema degli oneri è completamente (o quasi) da riformare. Ma la strada è lunga e il percorso non è privo di ostacoli. Una riforma degli oneri non ha un effetto immediato ma a medio-lungo termine, E arriviamo così al secondo problema della questione. Il secondo grande problema è rappresentato dal fatto che, come abbiamo visto, la situazione richiede un intervento immediato da parte del governo. Una sorta di misura-tampone in attesa di riformare il settore.

Una delle proposte al vaglio è quella di Arera, che ha suggerito di tagliare gli oneri non direttamente connessi agli obiettivi di sviluppo ambientalmente sostenibile e quelli finalizzati al contrasto della povertà energetica. Nel frattempo si potrebbe intervenire con una serie di ammortizzatori e cuscinetti: un pacchetto di norme per alleggerire il peso delle bollette sin dal prossimo autunno. Almeno per le persone meno abbienti, già in crisi per gli effetti lunghi del Covid.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

soldi monete euro
soldi monete euro

A quanto ammontano i rincari

In attesa dei dati ufficiali, una stima sui rincari in bolletta è arrivata dall’Unione nazionale consumatori, secondo cui per l’elettricità faremo i conti con un aumento di 56 euro mentre per il gas faremo i conti con una spesa di 214 euro l’anno.

governo Draghi

ultimo aggiornamento: 06-09-2021


Green Pass con test salivari: come funziona, quali sono i costi e cosa cambia

Quali sono le cose più costose di Jeff Bezos