Rinnovi Milan, il lavoro non manca: ben 10 le scadenze tra 2020 e 2021!

Bonaventura, Donnarumma e Suso sono solo la punta dell’iceberg: in casa Milan i rinnovi da negoziare nei prossimi due anni sono ben 10. Ecco la situazione

La sessione estiva di mercato si è appena conclusa ma, per la dirigenza del Milan, il lavoro non si è certo concluso qui. Adesso, come già anticipato nei giorni scorsi, Boban e Maldini dovranno iniziare a lavorare ai rinnovi di quei contratti che scadranno tra 2020 e 2021. Si tratterà di uno sforzo notevole, dato che nell’arco temporale di un anno saranno ben dieci i calciatori che andranno in scadenza. Per evitare il deprezzamento, dunque, bisognerà iniziare sin da subito a lavorare per andare alla ricerca di nuovi accordi. Ecco quali sono i contratti da provare a rinnovare.

Rinnovi Milan: nel 2020 il contratto scade a tre calciatori

La situazione di Jack Bonaventura è già stata trattata. Il suo rinnovo è una priorità della nuova dirigenza dato che, al momento, il numero 5 del Milan rappresenta il calciatore con più longevità in rosa. L’accordo con Raiola non dovrebbe essere difficile da raggiungere: ciò che va attentamente valutata sarà la sua tenuta fisica nel corso dei prossimi mesi.

Discorso simile per quanto riguarda Lucas Biglia. Il classe ’86 ha un ingaggio molto elevato (3,5 milioni annui) e, purtroppo, ha allungato di recente la sua personale lista degli stop per infortunio. Le possibilità di un mancato rinnovo crescono. Futuro da valutare anche per il croato classe 2001 Antonio Mionic, uno dei pilastri della Primavera di Giunti.

Giacomo Bonaventura Milan-Brescia
Fonte foto: https://twitter.com/acmilan

Non solo Donnarumma: ben 7 scadenze nel 2021

Il rinnovo di Gigio Donnarumma sarà da subito la priorità necessaria. Ci si aspetta una interessante partita a scacchi tra la società e Raiola. I rapporti rispetto a due anni fa sono migliorati, ma bisognerà capire fino a che punto ci sarà unione di intenti tra le parti. Il fratello Antonio, invece, potrebbe essere lasciato andare.

In difesa ci saranno da valutare le posizioni di Mateo Musacchio e Ricardo Rodriguez. A breve potrebbero perdere il loro posto da titolare: il mancato rinnovo, però, costituirebbe un deprezzamento dopo l’acquisto di due anni fa. Stesso discorso per Hakan Calhanoglu e Matteo Borini. Su Ante Rebic (prestito biennale), è invece ancora troppo presto per pronunciarsi.

ultimo aggiornamento: 05-09-2019

X