Ufficiale il rinnovo di Zlatan Ibrahimovic con il Milan fino al 2022. Un’altra stagione in rossonero per lo svedese.

MILANO – E’ ufficiale il rinnovo di Zlatan Ibrahimovic con il Milan fino al 2022. Dopo le indiscrezioni degli ultimi giorni, lo svedese ha trovato l’accordo sui dettagli con i rossoneri e prolungato di un altro anno il proprio contratto. Si tratta di un prolungamento importante visto gli ultimi problemi fisici che lo hanno tenuto in campo per quasi metà campionato.

La figura di Ibra nel gruppo squadra è fondamentale e per questo Maldini ha deciso di prolungare il proprio contratto al giocatore. Un segnale importante anche in otticca futura.

Il comunicato del Milan

La notizia del rinnovo è stata comunicata dalla società rossonera con una breve nota sul sito ufficiale accompagnata da una foto con Maldini, Ibrahimovic, Gazidis e Massara sorridenti per l’accordo raggiunto.

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic

AC Milan – si legge – comunica di aver rinnovato il contratto di Zlatan Ibrahimovic. Il Milan è la squadra con cui Zlatan ha collezionato il maggior numero di presenze e, dopo le 84 reti realizzate nelle 130 partite giocate nella sua carriera milanista, il campione svedese vestirà la maglia rossonera anche per la prossima stagione“.

Obiettivo Champions League

Per Zlatan ora l’obiettivo principale è quello di portare il Milan in Champions League. Un traguardo non semplice da raggiungere vista la folta concorrenza, ma non centrare il quarto posto potrebbe essere una delusione visto l’ottimo campionato dei rossoneri almeno fino a marzo.

Per Ibrahimovic la Champions potrebbe essere una grande occasione di confrontarsi con i più forti dopo diversi anni di assenza. Una stagione che potrebbe essere l’ultima, ma ancora non è stato deciso nulla. Ibra e il Milan si rivedranno nella seconda parte del prossimo campionato per valutare se proseguire ancora o terminare qui. Molto dipenderà dalla sua condizione fisica.

TAG:
calcio news milan

ultimo aggiornamento: 22-04-2021


Diritti tv, Sky presenta il ricorso contro l’assegnazione a Dazn

Serie A, manita del Napoli alla Lazio. Pari tra Roma e Atalanta