Nato a Verona il 23 febbraio 1934 da una famiglia di sportivi, Rino Tommasi si approccia al tennis, con discreti risultati. Sarà un celebre telecronista.

Tanti auguri a Rino Tommasi che compie 87 anni. All’anagrafe Salvatore, è nato a Verona il 23 febbraio 1934.

Lo sport nel destino

La sua è una famiglia di sportivi: il padre Virgilio partecipò a due Olimpiadi come specialista nel salto in lungo (nel 1924 a Parigi e nel 1928 ad Amsterdam). Lo zio Angelo prese invece parte a quelle di Los Angeles (1932), cimentandosi nella specialità del salto in alto.

Buoni risultati nel tennis

Cresciuto con il desiderio di diventare un giornalista sportivo, dopo essersi trasferito a Milano, Rino Tommasi pratica il tennis a livelli più che buoni: tra il 1951 e il 1954 è classificato in 3° Categoria, mentre dal 1955 è in 2° Categoria. Nello stesso anno, prende parte alle Universiadi di San Sebastian, conquistando una medaglia di bronzo nel torneo di singolare. Nel 1957 partecipa anche alle Universiadi di Parigi, salendo sul terzo gradino del podio nel torneo di doppio.

https://www.youtube.com/watch?v=flCQLIBAUAU&ab_channel=NIKCHANNEL

Rino Tommasi e le telecronache

Laureatosi in Scienze Politiche con una tesi dedicata all’Organizzazione Internazionale dello Sport, a partire dal 1959 Rino Tommasi è il primo organizzatore di match di pugilato in Italia, oltre che il più giovane del mondo. Sul fronte giornalistico, dopo avere lavorato per Tuttosport, Tommasi inizia a collaborare – a partire dal 1965 – con La Gazzetta dello Sport.
Negli Anni ’80 è l’ideatore e il presentatore – per le reti Fininvest – di “La grande boxe”, un rotocalco dedicato al pugilato trasmesso con cadenza settimanale. Negli anni, Rino Tommasi diventa uno dei più celebri telecronisti del tennis, spesso fa coppia con l’amico Gianni Clerici, altre volte con Ubaldo Scanagatta.


Chi era Fausto Gresini, l’ex pilota di MotoGP

24 febbraio 1981, Carlo e Diana annunciano il fidanzamento ufficiale