Rinviata la fabbrica di batterie a Termoli: impatto sul futuro dell'ACC
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Rinviata la fabbrica di batterie a Termoli: impatto sul futuro dell’ACC

batteria elettrica

La costruzione della fabbrica di batterie di Termoli, parte dell’investimento ACC, è stata rinviata. Le ragioni del ritardo.

La joint venture Automotive Cells Company (ACC), composta da Stellantis, Mercedes e TotalEnergies, ha recentemente annunciato il rinvio della costruzione di due nuovi impianti di batterie in Europa, uno dei quali a Termoli, in Italia. Questo ritardo è dovuto alle attuali difficoltà del mercato delle auto elettriche, caratterizzato da un rallentamento delle vendite e da costi di produzione elevati.

Come fare soldi? 30 idee semplici per guadagnare

meccanico controlla motore auto
meccanico controlla motore auto

Due impianti in forse

La decisione di posticipare la costruzione della fabbrica di batterie a Termoli, così come quella di Kaiserslautern in Germania, rappresenta un cambiamento significativo nei piani dell’ACC. Questi impianti dovevano diventare pilastri fondamentali nella produzione di batterie per veicoli elettrici in Europa. L’investimento complessivo di 7 miliardi di euro includeva anche lo sviluppo di uno stabilimento nel nord della Francia, che invece sta proseguendo a ritmo sostenuto. Tuttavia, l’attuale congiuntura economica ha imposto una revisione delle strategie di espansione.

L’ACC ha dichiarato che si concentrerà ora sulla ricerca e sviluppo di batterie a basso costo, puntando a rendere i veicoli elettrici più accessibili al grande pubblico. La nuova tabella di marcia per la costruzione degli impianti sarà comunicata alla fine del 2024 o all’inizio del 2025. Nel frattempo, Stellantis ha siglato un accordo con la cinese CATL per la produzione di batterie al litio-ferro-fosfato in Europa, indicando un’ulteriore diversificazione delle sue fonti di approvvigionamento.

Piani in divenire

Il CEO di Stellantis, Carlos Tavares, ha dichiarato che l’azienda adeguerà i propri investimenti in base al ritmo di crescita delle vendite di veicoli elettrici. Questa flessibilità è cruciale in un mercato che sta affrontando un rallentamento significativo. Da parte sua, Mercedes ha confermato il suo impegno nel progetto ACC e ha ribadito che la sua strategia di elettrificazione è in linea con gli obiettivi prefissati.

Il mercato europeo delle auto elettriche sta vivendo un momento di stasi. Le vendite sono rallentate, influenzate da tassi d’interesse elevati e dalla riduzione degli incentivi governativi. Molti consumatori optano ancora per vetture ibride o tradizionali a combustione interna. Inoltre, le case automobilistiche europee devono competere con l’afflusso di veicoli elettrici cinesi, che offrono prezzi più competitivi grazie a costi di produzione inferiori.

La decisione di rinviare la costruzione della fabbrica di batterie di Termoli riflette le sfide attuali del mercato delle auto elettriche. Tuttavia, con una strategia rivolta alla ricerca e sviluppo e nuove collaborazioni, l’ACC mira a superare queste difficoltà e a contribuire in modo significativo alla transizione verso la mobilità elettrica in Europa. Le future comunicazioni sull’andamento dei piani industriali saranno determinanti per comprendere come l’azienda affronterà le sfide e le opportunità del settore.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 6 Giugno 2024 13:08

Incentivi auto 2024: Federauto solleva dubbi

nl pixel