Il reddito di cittadinanza è pronto ad entrare in vigore. E’ iniziata la corsa per cambiare la residenza e non solo.

ROMA – Tra pochi giorni verrà attivato il sito che consentirà di capire meglio come fare la domanda per il reddito di cittadinanza. La misura entrerà ufficialmente in vigore ad aprile ma da marzo si potrà fare richiesta del bonus. Poco tempo per tutti coloro che potranno ricevere questi soldi tanto che molti cittadini si sono messi in moto per la residenza e non solo.

Ma il rischio di un caos e di tentativi fittizi per ottenere l’assegno è dietro l’angolo con la Guardia di Finanza e i vigili urbani che sono pronti a irrigidire i controlli per scoprire tutte le truffe. Le richieste per come cambiare residenza oppure per divorziare sono iniziate. Nelle prossime settimane inizieranno tutti i controlli per capire se si tratta di fatti veri oppure di tentativi per raggirare i requisiti e ottenere il reddito.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Giuseppe Conte
fonte foto https://twitter.com/Montecitorio

Il reddito di cittadinanza è pronto ad entrare in vigore: italiani pronti a cambiare residenza

Da Nord a Sud sono migliaia le richieste effettuate per cercare di ottenere il reddito di cittadinanza. Cambi di residenza, richieste di divorzi. Guardia di Finanza e tutte le Forze dell’Ordine nei prossimi mesi saranno chiamati a verificare se si tratta di truffe oppure di pratiche che hanno un fondo di verità. A Savona, per esempio, sono arrivate più di mille richieste per cambi di residenza ma la maggior parte si sono rivelati fasulli. Proprio per questo il Governo e non solo proveranno a ridurre al minimo le truffe.

Ma saranno settimane di lavoro anche per i CAF che devono procedere ad aggiornare l’ISEE. E’ questa la documentazione che tutti i richiedenti del reddito di cittadinanza dovranno presentare alle poste per ottenere l’assegno in attesa di un posto di lavoro.


Mario Draghi: rischio recessione basso. La BCE lascia i tassi di interesse invariati

Cgil, Landini nuovo segretario generale