Alta tensione tra Hamas e Israele. L’ONU: “Tutti facciano un passo indietro”

Alta tensione tra Hamas e Israele al confine di Gaza. I nuovi scontri potrebbero portare a un nuovo scontro tra le due nazioni.

GAZA (PALESTINA) – La tensione tra Hamas e Israele resta alle stelle. La situazione è arrivata al limite nella giornata odierna, 20 luglio, quando un gruppo di cecchini palestinesi hanno teso un’imboscata ad una pattuglia avversaria al confine tra le due nazioni. Secondo quanto riportato dai media locali, un soldato israeliano è rimasto gravemente ferito.

Immediata la risposta dell’esercito d’Israele che ha colpito i palestinesi sia dal cielo che da terra. Quattro persone sono rimaste uccise mentre il numero dei feriti si aggira intorno a 120. I militari palestinesi hanno ripreso a lanciare i razzi e colpi di mortaio sul Neghev, con molti cittadini israeliani che si sono spostati nei loro rifugi.

La tensione tra i due governi è altissima e non è esclusa a breve una dichiarazione di guerra di una delle due nazioni. Le grandi potenze internazionali sono al lavoro per cercare di evitare questa ipotesi e cercare di fare tornare la pace tra questi due Paesi ormai arrivati al limite dei loro rapporti.

Striscia di Gaza
fonte foto https://twitter.com/MediasetTgcom24

L’appello dell’ONU: “A Gaza facciano tutti un passo indietro”

L’ONU si è messo subito al lavoro per scongiurare il pericolo della guerra. L’emissario Nickolay Mladenov ha lanciato un appello ai due governi: “A Gaza – ha riportato l’ANSAtutti devono fare un passo indietro, prima di cadere nel baratro. Questo deve essere fatto subito e non fra una settimana o domani. Quanti vogliono innescare una nuova guerra tra queste due nazioni non devono riuscire nel loro obiettivo“.

Quest’ultima affermazione è stata un chiaro messaggio lanciato all’Iran che ha organizzato un convegno a Gaza di sostegno alla lotta armata palestinese.

fonte foto copertina https://twitter.com/RaiNews

ultimo aggiornamento: 20-07-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X