Il riso italiano alla conquista della Cina. Trovato l’accordo tra il nostro Paesi e le autorità competenti di Pechino.

PECHINO (CINA) – Il riso italiano alla conquista della Cina. Al termine di un lungo e importante negoziato, le autorità competenti di Pechino hanno dato il via libera all’import di uno dei prodotti più apprezzati del nostro Paese. Si tratta di una notizia molto importante per l’export dell’Italia.

La pandemia, infatti, ha messo in ginocchio il settore anche per la chiusura dei confini. Dalla scorsa estate, però, i numeri sono stati in crescita e questa intesa sembra essere destinata a portare ad aumentare gli introiti. E, in futuro, non si escludono ulteriori accordi con la Cina per consentire ai prodotti italiani di sbarcare nel Paese del Dragone.

Il riso arriva in Cina, Italia leader di questo prodotto

L’Italia è uno dei principali produttori di riso dell’Unione Europea. Nel nostro Paese viene prodotto oltre il 50% di questo cibo e l’accordo con la Cina sembra essere destinato ad aprire ad accordi in futuro con lo stesso Paese asiatico.

Per quanto riguarda il riso, in Italia sono coltivati con 228mila ettari e oltre 4mila aziende raccolgono 1 milione di tonnellate di riso lavorato con più di 200 varietà. Un export destinato ad aumentare con il tempo e sicuramente l’accordo con la Cina dovrebbe portare ad aumentare la percentuale (ora al 60%) delle esportazioni di questo prodotto. Nelle prossime settimane si avranno sicuramente dei dati su questa nuova intesa.

Cina
https://it.wikipedia.org/wiki/Cina#/media/File:Flag_of_the_People’s_Republic_of_China.svg

Cia-Agricoltori italiani: “Si apre un mercato importante”

L’accordo è stato appreso con molta soddisfazione da Dino Scanavino, presidente di Cia-Agricoltori Italiani, riportato dall’Agi: “Un via libera tanto atteso su un mercato di primaria rilevanza per l’agroalimentare italiano. Si tratta di un successo che ha visto le istituzioni e la filiera risicola nazionale unite in difesa del riso italiano e alla conquista di mercato. Per l’Italia, primo produttore europeo, si apre ora un mercato importante, con milioni di cinesi pronti ad apprezzare il nostro risotto“.

fonte foto copertina https://it.wikipedia.org/wiki/Cina#/media/File:Flag_of_the_People’s_Republic_of_China.svg


Unicredit, Orcel: “Dobbiamo credere che l’impossibile sia ora possibile”

18 aprile 1951, viene fondata la Ceca (Comunità europea del carbone e dell’acciaio)