Ristrutturazione bagno detrazione per l’anno 2017

Consigli e suggerimenti per ottenere il bonus ritrutturazione bagno 2017: tutte le detrazioni fiscali previste.

chiudi

Caricamento Player...

Ristrutturazione Bagno e Detrazioni

La ristrutturazione del bagno di solito è un impegno, anche dal punto di vista economico. La spesa può facilmente diventare importante, e per questo quasi tutti, prima di iniziare i lavori, si chiedono se sia possibile beneficiare di qualche detrazione fiscale.

La risposta a questa domanda è si, si parla di un quadro più grande però, e il quadro è quello delle ristrutturazioni edilizie. A seguire i casi nei quali è previsto il Bonus o detrazione fiscale per la ristrutturazione bagno.

Le Condizioni per accedere alla Detrazione 2017

Come prima condizione va ricordato che per ottenere la detrazione di Legge prevista per le ristrutturazioni e per l’anno in corso, occorre che il lavori devono essere eseguiti su abitazioni o su parti comuni di edifici che siano riconosciuti come finalità residenziale.
Dall’elenco vanno quindi esclusi:

  • uffici
  • negozi
  • laboratori
  • E in generale tutti gli immobili che hanno fini commerciali o enti no profit.

Una volta che è stata verificata la finalità di utilizzo della struttura immobile, occorre poi operare attraverso delle distinzioni in base a ciò che realmente viene realizzato nella ristrutturazione.

Quali Interventi effettuati usufruiscono della Detrazione

Ecco gli interventi che non prevedono la detrazione in una certa forma:

  • sostituzione della rubinetteria
  • sostituzione delle mattonelle del bagno
  • nuova tinteggiatura

Tutto quello che rientra nell’elenco viene configurato come intervento inerente la manutenzione ordinaria e quindi non accedono al Bonus previsto.

Per maggiori informazioni occorre consultare la lista per le ristrutturazioni edilizie pubblicata dall’Agenzia delle Entrate, e osservandola si scopre che alla voce sanitari vengono riportate come detraibili la sostituzione di impianti e apparecchiature.
Questo si potrebbe tradurre come segue:
Se si sostituiscono i sanitari (rubinetteria etc….) e al contempo si effettua una sostituzione degli impianti allora di può accedere alla detrazione.

Anche per quanto riguarda la sostituzione delle piastrelle e le altre cose menzionate nell’elenco sopra riportato, se si svolgono su parti comuni di edifici residenziali, pur rientrando in quella che viene definita come ristrutturazione ordinaria, permette comunque di accedere allo sgravio.

certificato_unicasim