Elezioni Csm, Antonio D'Amato e Nino Di Matteo nel Consiglio

Csm, eletti Antonio D’Amato e Nino Di Matteo. Terzo De Falco

Elezioni Csm, D’Amato e Di Matteo entrano nel Consiglio. Terzo posto per De Falco. Trionfo, quindi, della ‘Magistratura indipendente”.

ROMA – Elezioni Csm, Antonio D’Amato e Nino Di Matteo chiamati a sostituire i togati sospesi per via del caso Palamara. Risultato a sorpresa visto che il grande favorito sembrava essere proprio il pm antimafia di Palermo. Il magistrato ha ottenuto solamente il secondo posto con il procuratore aggiunto di Santa Maria Capua Vetere che è andato a vincere queste elezioni.

Trionfa, quindi, la ‘Magistratura Indipendente’ con l’area di Piercamillo Davigo che è uscita “sconfitta” da queste elezioni anche se entrambi i magistrati entrano a far parte del Csm.

I risultati

Niente da fare per gli altri magistrati in corsa. Erano 18 i togati in lista per queste elezioni che hanno visto la partecipazione di 6.799 colleghi rispetto ai 9mila aventi diritto. Alle spalle dei primi due si è piazzato Francesco De Falco con 950 voti. Per il protagonista dell’indagine sulla paranza dei bambini un buon risultato visti che i primi due hanno ottenuto rispettivamente 1.460 e 1.184 voti.

Ai piedi del podio ipotetico il pm di Napoli Fabrizio Vanorio (615) che ha preceduto la coppia di donne formata da Anna Canepa e Tiziana Siciliano. Il magistrato della Procura nazionale antimafia con le sue 584 preferenze è riuscita a precedere il procuratore aggiunto di Milano.

Nino Di Matteo
(fonte foto https://twitter.com/carlucci_cc

Il Csm è pronto a ripartire

L’elezione dei due nuovi togati è il primo punto di partenza per il Csm. I magistrati devono dimenticare il caso Palamara e ritrovare quella credibilità persa con le indagini che hanno riguardato Perugia.

D’Amato e Di Matteo sono i due nuovi membri del Consiglio che si riunirà nel giro di pochi giorni per la prima volta dopo le elezioni. Si cercherà di mettere alle spalle tutte le polemiche e le critiche degli ultimi mesi per ripartire.

fonte foto copertina fonte foto https://twitter.com/carlucci_cc

ultimo aggiornamento: 09-10-2019

X