Roberto Baggio, 16 anni fa l’addio al calcio e gli applausi di San Siro

Il 16 maggio del 2004, durante Milan-Brescia, si concludeva la carriera di Roberto Baggio. Un addio condito dal tributo di San Siro e dal saluto di Maldini

16 anni trascorsi quasi come un lampo. Sembra ieri, con le emozioni che fissano quel momento nella memoria come se in realtà stesse avvenendo in questi istanti. Sono i minuti finali di Milan-Brescia, partita conclusiva del campionato 2003-2004, passerella per i neo campioni d’Italia e, soprattutto, partita conclusiva per un calciatore e uomo fuori dall’ordinario come Roberto Baggio. Gianni De Biasi, allora tecnico delle Rondinelle, richiama in panchina il Divin Codino per fargli raccogliere la giusta ovazione al momento del ritiro. Un momento toccante, con tutto San Siro in piedi e un grande campione che corre verso di lui per salutarlo.

Milan-Brescia, il saluto di Paolo Maldini a Roberto Baggio

Si tratta di Paolo Maldini, immenso capitano ed emblema del Milan che si congeda da Baggio con un abbraccio immortalato dalle telecamere e diventato indelebile per tutti gli amanti del gioco del calcio. La testimonianza dello stesso numero 10 del Brescia rende ancor più intenso quel momento.

Quando uscii dal campo dentro di me mi sono detto: è finita Roberto, ora è veramente finita. La cosa che mi colpì è che l’ultima partita della mia vita l’avevo giocata nella scala del calcio davanti a Paolo Maldini, un altro immenso campione. E mentre uscivo per la sostituzione Paolo mi abbracciò. Mi scappò quasi una lacrima. Salutai il pubblico, tutto San Siro era in piedi: vedevo bambini, ragazzi e padri di famiglia piangere. Solo in quel momento ho capito quanto la gente mi ha voluto bene“.

Roberto Baggio
Fonte foto: https://it.wikipedia.org/wiki/Roberto_Baggio

Ecco com’è andata Milan-Brescia, partita d’addio per Baggio

Una vera e propria passerella. Una celebrazione per i grandi campioni di quel Milan, fresco di 17° scudetto. Un pomeriggio di tributi per Roberto Baggio, campione che mai come nessuno è riuscito ad unire l’Italia intera. Furono i rossoneri ad aggiudicarsi quella partita per 4-2: per il Brescia andò a segno Matuzalem con una doppietta, i rossoneri avevano invece mandato in gol due volte Tomasson, Rui Costa e Sheva.

ultimo aggiornamento: 16-05-2019

X