Nato il 10 ottobre 1974 a Napoli, Roberto Fico è entrato in parlamento nel 2013. Nel 2018 è stato eletto presidente della Camera.

Roberto Fico nasce il 10 ottobre 1974 a Napoli. Dopo aver ottenuto il diploma classico al Liceo “Umberto I” della sua città, si laurea con lode in Scienze delle Comunicazioni all’Università degli Studi di Trieste. Dopo aver vissuto per un anno a Helsinki, in Finlandia, frequentando la Facoltà di Scienze Sociali dell’università locale e lavorando nel frattempo per l’ufficio che si occupa degli studenti stranieri, torna in Italia per seguire, a Roma, un corso per redattori in agenzie letterarie e case editrici.

Chi è Roberto Fico

Trasferitosi a Genova per lavorare nella sede centrale della Kuoni Gastaldi Tour Spa, Roberto Fico viene impiegato per riprogettare la rete intranet dentro l’azienda. Poco dopo viene scelto come responsabile della comunicazione e ufficio stampa della Fedro Srl, piccola società di formazione aziendale di Roma. Ha modo di lavorare, inoltre, al call center 412 di Vodafone, per un anno, e per due anni come redattore della casa editrice “Gruppo Esselibri – Edizioni Simone” nella sezione umanistica.

Roberto Fico
Roberto Fico

Roberto Fico e la politica

Per quanto riguarda l’attività politica, nel 2005, a luglio, inaugura il meet-up “Amici di Beppe Grillo” di Napoli. Nel 2010 si presenta come candidato a Presidente della Regione Campania per il M5S, mentre l’anno successivo si candida come sindaco di Napoli. Nel 2013 viene eletto parlamentare.

Presidente della Camera

Alle politiche del 2018 è candidato M5S nel collegio uninominale di Napoli Fuorigrotta. Ottiene 61.819 voti (57,6%), venendo così eletto per la seconda volta alla Camera. Dopo le stesse elezioni che hanno visto il M5S vincere come primo partito italiano, il 24 marzo 2018 Roberto Fico viene eletto presidente della Camera dei Deputati, divenendo così la terza carica dello Stato.

Arrivato alla Camera, Fico si mette in mostra per un atteggiamento responsabile e istituzionale. Si muove usando i mezzi pubblici, almeno in un primo momento. Poi è costretto a fare marcia indietro per problemi legati alla scorta e alla sicurezza.

Da Presidente della Camera, nel corso del primo governo Conte polemizza con Matteo Salvini per la gestione dei migranti e la chiusura dei porti disposta dal leader della Lega e ministro dell’Interno. Alla caduta del primo governo Conte, lo stesso Fico è tra i costruttori della nuova maggioranza di governo.

Durante la crisi di governo che porta alla fine del Conte Bis, Mattarella conferisce a Roberto Fico l’incarico di ricercare una maggioranza di governo intorno alle forze politiche che hanno retto il governo precedente.

La vita privata di Roberto Fico: la compagna e la figli

La storica compagna di Fico è Yvonne De Rosa. I due si sono conosciuti addirittura ai tempi delle scuole medie. La ragazza, che vanta un’esperienza come testimonial della Dove, inizia a lavorare come fotografa. I due hanno una figlia.

Di seguito la scheda persona di Roberto Fico.

Covid, l’aggiornamento del Piano Vaccini


Giustizia, l’allarme di Bonafede: “Recovery a rischio senza riforme”

In Portogallo approvata l’eutanasia