Roberto Gualtieri candidato a sindaco di Roma per il Partito democratico. Si attende solo l’annuncio ufficiale.

Il Pd ha deciso: è Roberto Gualtieri il candidato a sindaco di Roma. Le indiscrezioni hanno preso forma dopo che Letta è diventato ufficialmente segretario del Partito democratico.

Elezioni, Roberto Gualtieri è candidato sindaco a Roma per il Pd

L’ex ministro dell’Economia del governo Conte è considerato all’interno del Pd come l’uomo forte in grado di dare battaglia al candidato del Centrodestra. Al momento dalla coalizione guidata dalla Lega ancora non è arrivata nessuna investitura. Arrivati alla metà di marzo il nome caldo è quello di Guido Bertolaso, anche se nel corso degli ultimi giorni sono arrivate diverse smentite. Resta da capire se si tratti di smentite fondate o di smentite di rito.

Roberto Gualtieri
Roberto Gualtieri

Il testa a testa con Virginia Raggi che potrebbe imbarazzare la coalizione formata da Giuseppe Conte

Per il Movimento 5 Stelle, nonostante le polemiche, la figura di riferimento resta quella di Virginia Raggi, attuale sindaco di Roma. La prima cittadina ha già fatto sapere di essere intenzionata a ricandidarsi sfidando i critici interni ed esterni. Si profila uno scontro diretto quindi tra M5s e Pd, con Gualtieri che secondo i bene informati sarebbe in netto vantaggio sulla all’alleata-avversaria del Movimento 5 Stelle.

Il sostegno a Carlo Calenda

Con la candidatura di Roberto Gualtieri salta quindi il sostegno del Partito democratico a Carlo Calenda, che ha ufficializzato la propria candidatura ormai da mesi e che si era confrontato con l’allora Segretario del Pd Nicola Zingaretti. In questi mesi Calenda ha incontrato associazioni di categoria e ha lavorato alla sua candidatura. Rischia quindi di aprirsi un crepa nel fronte di Centrosinistra, come testimoniato anche dal post condiviso sui propri canali social dallo stesso Calenda.

Di seguito il post condiviso sulla pagina Facebook di Carlo Calenda.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 16-03-2021


Speranza, “Sospensione di AstraZeneca dopo valutazione dell’istituto tedesco”

Scuola, il ministro Bianchi: “In classe il prima possibile”