Governo M5S-Pd, c’è anche il nome di Roberto Gualtieri come possibile ministro dell’Economia della squadra di Giuseppe Conte. No del MoVimento a Padoan.

C’è anche il nome di Gualtieri per il Ministero dell’Economia. Come anticipato, il Mef è uno dei palazzi delicati, attenzionati anche dal Colle.

Va detto per correttezza che al momento la situazione è molto fluida e le candidature ai ministeri sono figlie di indizi, voci di corridoio raccolte e sensazioni. Insomma, è un toto-nomi, un grande calderone nel quale ci sono decine di nomi tra i quali il premier incaricato Giuseppe Conte dovrà destreggiarsi.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

C’è anche Roberto Gualtieri come possibile ministro dell’Economia

Nelle ultime ore sono salite le quotazioni di Roberto Gualtieri, già deputato del Partito democratico nell’Unione europea. Se il nome del prossimo titolare del Mef è ancora un mistero la linea guida di Conte è decisamente chiara. L’intenzione è quella di mettere a capo del Ministero un uomo (del Pd) vicino alla nuova Europa di Ursula von der Leyen, una sorta di garanzia a Bruxelles. L’Italia non vuole può fare imprudenti colpi di testa per quanto riguarda il debito.

Roberto Gualtieri
Fonte foto: https://www.facebook.com/roberto.gualtieriue

Bocciato dal Movimento 5 Stelle il ritorno di Padoan

Tra i profili vagliati da Conte ci sarebbe stato anche quello di Padoan, che però sarebbe stato fermamente bocciato dal MoVimento, disposto a concedere il Mef al Pd a patto che possa salire una persona gradita con la quale si possa prospettare un dialogo costruttivo anche in vista della prossima manovra economica, prima grande sfida del nuovo governo giallorosso.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 30-08-2019


Consorzio del Parmigiano, battaglia legale contro il colosso Kraft

Economia, Italia in stagnazione e tasso di disoccupazione in aumento