Il sogno di Cecchinato al Roland Garros s’infrange in semifinale contro l’austriaco Dominic Thiem.

Il Roland Garros di Cecchinato finisce alle semifinali. Per il tennista siciliano l’ostacolo a un passo dalla finale si è dimostrato insormontabile. Vittoria agevole nel punteggio più che nello svolgimento per Dominic Thiem, austriaco che raggiunge per la prima volta la finale a Parigi, dove era reduce da due sconfitte proprio in semifinale.

Termina dunque l’avventura di Marco Cecchinato, che quest’anno sui campi dell’Open francese ha vissuto le emozioni più grandi della sua vita professionale. Termina con qualche rammarico, ma non senza orgoglio. Da qui può partire per lui una nuova carriera, fatta di soddisfazioni che solo due settimane fa sembravano irraggiungibili.

Roland Garros, Cecchinato si arrende a Thiem

Primo match sul Philippe Chatrier, il centrale del Roland Garros, per Marco Cecchinato, che aveva sin qui costruito i suoi miracoli sugli altri campi parigini, compreso il Suzanne Lenglen. Dopo aver sconfitto teste di serie quali Carreno Busta, Goffin e Djokovic, il siciliano non parte già sconfitto, e anzi impegna Thiem fin dalle prime battute.

In verità, il primo gioco mette in mostra tutta la sua tensione, perdendo subito la battuta e vedendo allungare l’austriaco sul 2-0. Il siciliano non si perde però d’animo e, pur faticando, riesce a rimontare fino al 5-5. In quel momento il braccio trema, le ginocchia vacillano ed è costretto a cedere per la seconda volta la battuta, finendo per lasciare il primo set con il punteggio di 7-5.

Nel secondo la lotta è accesissima. Cecchinato va in difficoltà nei primi tre turni di servizio, concede palle break ma riesce a salvarsi in tutti i casi. Alla risposta però l’azzurro non punge, e la conclusione naturale di un set equilibrato diventa il tie break.

Nel game di spareggio parte male Cecchinato, che si ritrova in pochi minuti sotto 6-3. Le tre palle del set a disposizione dell’austriaco vengono però frantumate dagli errori di quest’ultimo (quasi imperdonabile una volée schiantata sulla rete a campo scoperto). Si combatte così punto a punto fino al 10 pari. In questo momento ancora una volta il braccio del tennista siculo trema, spaventato anche da un improvviso ritorno di rabbia di Thiem, che con un paio di zampate straordinarie riesce a portare a casa un faticosissimo secondo set, chiudendo il tie break con il punteggio di 12-10.

Sotto di due set Cecchinato si lascia andare, esce dal match con la testa e permette al numero 8 del mondo di giocare sul velluto, salendo in pochi minuti sul 5-0. Il siculo riesce a sbloccarsi nel sesto gioco, ha l’occasione per strappare un game all’avversario anche nel settimo ma finisce alla fine per cedere anche il terzo set, con il punteggio di 6-1.

Termina così con una passerella di applausi sinceri l’avventura parigina di Cecchinato in questo Roland Garros 2018. Da lunedì l’Italia tornerà ad avere due giocatori tra i primi 30, con il siculo che, salendo al numero 27 del ranking, potrà permettersi il lusso di rientrare tra le teste di serie a Wimbledon. Un risultato che certifica l’impresa del tennista azzurro, capace di far innamorare l’Italia intera.

Nel video gli highlights dello storico quarto di finale vinto contro Djokovic:

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
Altre Notizie Dominic Thiem Marco Cecchinato Roland Garros Tennis

ultimo aggiornamento: 08-06-2018


Volley, Nations League 2018: nuovo stop per gli azzurri. La Polonia vince al tie-break

Basket, i Warriors dominano le Finals di NBA: secondo titolo consecutivo per Golden State