Rolex Daytona: platino e alta precisione

La versione in platino del più iconico segna tempo della Maison svizzera, rilancia un modello che ha legato indissolubilmente il proprio nome a Paul Newmam e alla celebre gara USA.

chiudi

Caricamento Player...

Pochi orologi possono vantare una notorietà, anche tra i non appassionati, paragonabile a quella conquistata in tutto il globo dal Rolex Daytona, il più famoso tra i più famosi cronografi della Maison svizzera. Modello iconico, ha legato indissolubilmente il proprio nome a Paul Newman e alla celebre gara statunitense.

Quando nel 1995 l’attore si aggiudicò la vittoria a squadre nella 24 ore di Daytona, per la categoria GTS-1, come premio gli fu consegnato un Rolex Oyster Perpetual Cosmograph Daytona. Il trofeo perfetto per “occhi di ghiaccio”, che già indossava tutti i giorni questo modello della collezione Oyster, da quando, all’inizio degli anni Settanta, era nata la sua passione per le gare automobilistiche.

A Baselworld 2013 Rolex ha presentato una nuova, prestigiosa versione dell’Oyster Perpetual Cosmograph Daytona, realizzato esattamente cinquant’anni prima, nel 1963.

Per la prima volta è interamente in platino 950, il più nobile dei metalli preziosi. È dotato di lunetta Cerachrom monoblocco di colore marrone e di un quadrante blu ghiaccio.

Grazie alla lunetta con incisa la scala tachimetrica, è lo strumento perfetto per misurare la velocità media fino a 400 miglia o chilometri orari. La scala graduata garantisce una perfetta leggibilità grazie al deposito di un sottile strato di platino mediante una tecnica PVD (Physical Vapor Deposition).

Clicca qui per le caratteristiche tecniche.

Clicca qui per l’articolo su Paul Newman.