Roma, bambina di cinque anni morta soffocata da un pezzo di hot dog. I genitori hanno deciso di donare gli organi.

Tragedia a Roma, dove una bambina di cinque anni è tragicamente morta soffocata da un hot dog. La piccola si è spenta in ospedale dopo tre giorni di agonia.

Roma, bambina di cinque anni morta soffocata da un pezzo di hot dog

La bimba di cinque anni era stata ricoverata dopo che un pezzo del suo hot dog le era andato di traverso. Si trovava in macchina con i suoi genitori quando ha mostrato i primi segni evidenti di soffocamento.

La corsa in ospedale

Immediata la corsa disperata in ospedale dopo aver tentato una prima manovra di emergenza, che purtroppo non ha dato risultati. La bambina è stata ricoverata in un primo momento al Sant’Andrea. Alla luce delle condizioni, già gravissime, la bambina è stata trasferita al Policlinico Gemelli di Roma.

Ambulanza
fonte foto https://www.facebook.com/Primapartenza-Brescia-772460412826349/

La morte dopo tre giorni di ricovero. I genitori hanno deciso di donare gli organi

A causa del soffocamento che ha privato il suo cervello dell’ossigeno, la bambina è andata in coma irreversibile ed è morta dopo tre giorni in ospedale. Commovente la decisione dei genitori della piccola che hanno deciso di donare gli organi.

L’importanza delle manovre di primo soccorso

Il caso di Matilda riapre la questione legata all’importanza dell’insegnamento delle manovre di primo soccorso. In casi di soffocamento dovuto a ingerimento l’unica possibilità di sopravvivenza è data dalla buona esecuzione della manovra di Heimlich che molti  vorrebbero insegnare nelle scuole.


Follia a Trapani, sassi contro la banda musicale. Feriti un uomo e due bambini

Fiumicino, nasconde la droga in un pacco di Natale: arrestato un trafficante brasiliano