Cartello shock a Roma, stanza in affitto a San Lorenzo ma non per omosessuali e stranieri.

Il clima di intolleranza evidenziato dai servizi segreti italiani in occasione del rapporto annuale sulla sicurezza sembra trovare conferme nella brutta notizia proveniente da Roma, dove in molti hanno fotografato e denunciato un cartello in cui si offriva una stanza in affitto. Fino a qui nulla di strano. Il problema è che nelle referenze si specificava che nella stanza non erano ammessi gli animali e gli omosessuali, o i gay, come ha scritto l’affittuario.

Quartiere San Lorenzo Roma
Fonte foto: https://www.facebook.com/groups/myHabitations/?tn-str=*F

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Roma, stanza in affitto a San Lorenzo: il cartello shock

Stanza in condivisione con ragazzo italiano di 28 anni, appartamento 60 mq, euro 200 al mese (tutto compreso), no animali e no gay“, recita il messaggio scritto sul cartello in cui si offre una stanza in affitto,

Il cartello è stato affisso nel quartiere di San Lorenzo di Roma, diventato tristemente famoso dopo la tragica morte di Desirée Mariotttini.

Il cartello è stato notato da un ragazzo di ventiquattro anni che ha deciso di rendere pubblico il vergognoso annuncio condividendo la foto sui social. Ma non è tutto. Il ventiquattrenne ha telefonato al numero segnato sul cartello per chiedere spiegazioni, e si è sentito dire che oltre agli omosessuali non erano ben accetti neanche gli stranieri, neanche se regolari.

Virginia Raggi: Un messaggio che offende tutta la città

L’annuncio privato apparso nel quartiere San Lorenzo che esclude gay e immigrati dalla possibilità di affittare un appartamento offende tutta la città. Lascia un senso di vergogna e indignazione. Roma non accetta discriminazioni“, ha commentato la sindaca di Roma Virginia Raggi.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 02-03-2019


Cade in pista senza casco, morto sciatore di 31 anni

Camorra, arrestato super-latitante Di Lauro. Disposto il 41 bis