Roma, Di Francesco: “Non capisco perché ci fosse scetticismo intorno a noi”

Il tecnico giallorosso dopo la vittoria con l’Udinese: “Mi è dispiaciuto per il gol subito nel finale, una grande squadra non deve prenderne“.

chiudi

Caricamento Player...

La vittoria nel pomeriggio della sua Roma contro l’Udinese ha soddisfatto Eusebio Di Francesco. Eppure il tecnico vorrebbe ancora di più. Queste le sue parole nel post partita, riportate dalla Gazzetta dello Sport: “Si tira molto in porta, mi sarei aspettato qualche gol in più visto il numero di occasioni: non mi accontento mai. Questa squadra per essere un collettivo deve lavorare in una determinata maniera, ma ci sono ancora un po’ di cose da sistemare. Sono però contento di come si sta comportando il gruppo. Per le cose da sistemare, siamo già all’opera. Mi è dispiaciuto subire il gol, perché la lettura era semplice: una grande squadra non può e non deve prendere qeul gol nei secondi finali“.

Di Francesco: “Dzeko sta rispondendo coi fatti

Il tecnico ex Sassuolo si complimenta quindi coi suoi: “Dzeko sta rispondendo coi fatti, sta crescendo nella sua convinzione e fa quello che gli chiedo. El Shaarawy per me è uno dei titolari. Florenzi? Alessandro è molto duttile. A differenza degli altri sa leggere le situazioni in fase offensiva in maniera perfetta. Può migliorare nell’uno contro uno in difesa. Credo però che ora sia al 60% della condizione“. Infine, Di Francesco si toglie qualche sassolino dalla scarpa: “C’è sempre scetticismo, non capisco talvolta come mai. Era importante far capire il mio modo di fare calcio, credo in quello che propongo. E quando i ragazzi vedono che hanno dei vantaggi se mi ascoltano è chiaro che diventa tutto più semplice“.