Roma, vasto incendio in una discarica abusiva. C’è preoccupazione per la densa nube di fumo che ha avvolto le abitazioni della zona nel quartiere Collatino.

Ancora problemi a Roma, dove nella notte tra il 25 e il 26 aprile è divampato un vasto rogo in una discarica abusiva nel quartiere Collatino, nella periferia est della Capitale.

Green Pass e Super Green Pass, tutte le regole dal 10 gennaio

Roma, incendio in una discarica abusiva nel quartiere Collatino

L’incendio è divampato nella notte e dalla discarica abusiva si è levata una densa nube di fumo nero che ha avvolto anche le abitazioni vicine costringendo le persone a chiudersi in casa anche a causa dell’odore acre.

La zona dove è divampato l’incendio era stata in gran parte sequestrata dalle autorità nel corso dei mesi passati.

L’incendio, divampato intorno alle 23.00, è stato domato solo a tarda notte anche se alcuni focolai erano presenti ancora nella mattinata del 26 aprile.

Vigili del Fuoco
Fonte foto: https://www.facebook.com/vigilidelfuocolafanpage

C’è preoccupazione per la densa nube di fumo che ha raggiunto le abitazioni

La preoccupazione è legata soprattutto a cosa sia andato a fuoco e se il fumo possa avere un alto tasso di tossicità.

Si indaga sulle cause dell’incendio

Restano da chiarire le cause e la dinamica dell’incendio. Al momento le autorità non escludono nessuna ipotesi, dalla natura accidentale alla natura dolosa.

Emergenza rifiuti a Roma

Il caso rifiuti continua ad agitare Roma e soprattutto la giunta Raggi. Il sindaco della Capitale negli ultimi mesi ha dovuto fronteggiare due incendi in due stabilimenti dell’Ama e ora un rogo in una discarica abusiva getta i vertici della politica capitolina tra le polemiche della popolazione.

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire News Mondo su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 26-04-2019


Caso Siri, giallo sull’intercettazione sui 30.000 euro al leghista: l’audio esiste?

Cassazione: accogliere migranti gay se non sono protetti nel loro Paese