Roma, Juan Jesus: “Avanti così, possiamo battere chiunque”

Giallorossi scatenati: il successo in Champions contro il Chelsea ha caricato l’ambiente romanista. Ma Juan Jesus frena: “Dobbiamo rimanere umili”.

chiudi

Caricamento Player...

C’è grande euforia in casa Roma dopo la travolgente vittoria contro il Chelsea. I giallorossi stanno entusiasmando, giocando un calcio bello e vincente. Merito di mister Eusebio di Francesco e di un gruppo di spessore: “Una grande vittoria – ha dichiarato Juan Jesus ai microfoni di Sport Mediaset – ma dobbiamo restare umili e lavorare in silenzio A Firenze non sarà facile, ma se giochiamo come contro il Chelsea possiamo battere chiunque”.

Serie A, 12esima giornata: Fiorentina-Roma domenica alle 15

I giocatori ci credono, così come la piazza, in estasi dopo la prestazione offerta contro i Blues di Antonio Conte: “È una questione di mentalità – ha aggiunto Juan Jesus – tutti diamo il massimo per aiutare la squadra e anche se cambiano i giocatori la cosa non cambia. In rosa siamo tutti titolari e in campo si vede, chi entra sa cosa deve fare. Dobbiamo continuare così fino a fine stagione. Col Chelsea poteva finire anche 5-0. Li rispettiamo, ma non siamo sorpresi di questa vittoria. Già a Londra avevamo dimostrato che giocando in un certo modo potremmo battere chiunque”.

Occhio, però, agli eccessi: “L’euforia c’è, ma siamo professionisti e dobbiamo comportarci da tali. La testa ora è su Firenze, una trasferta difficile ma dovremo provare a vincere”. Chiusura dedicata al compagno di squadra Alisson: “È uno che ha lavorato sodo anche nella passata stagione in cui non ha giocato tanto. E quest’anno sta dimostrando che e’ fortissimo. Abbiamo un portiere che para tutto”.