Roma, la sindaca Raggi scrive a Salvini: norme contro tifosi e barbari

La sindaca di Roma, Virginia Raggi, scrive al ministro Salvini per avere al più presto delle norme contro i tifosi violenti e i barbari.

ROMA – Da Venezia a Roma. Dopo il via libera da parte del governo di controllare l’accesso nella città lagunare con la cosiddetta tassa di ingresso, ora è la Capitale a chiedere delle norme per salvaguardare la bellezza della città. E’ questa in sintesi la lettera che la sindaca Virginia Raggi ha inviato al vicepremier Matteo Salvini per sollecitare delle leggi specifiche.

Fontana di Trevi Roma
Fontana di Trevi (fonte foto: https://www.facebook.com/profile.php?id=1439927242)

Dagli ultrà violenti ai turisti poco rispettosi: Roma in mano i vandali

La città di Roma da diverso tempo è in mano ai cosiddetti ‘vandali’. Si tratta di persone che hanno poco rispetto delle bellezze della Capitale. Iniziando dagli ultrà stranieri che in più di un’occasione sono stati protagonisti di episodi negativi. Nel 2015 i supporter del Feyenoord devastarono Piazza di Spagna e la Barcaccia ma facendo un salto più recente possiamo ricordare ottobre 2018 quando i tifosi del CSKA Mosca presero di mura due sotto ufficiali della Guardia Costiera.

Si tratta di episodi che sono stati scritti nella missiva da parte di Virginia Raggi che ha deciso di scrivere al vicepremier dopo i problemi causati dalle persone tifose dell’Eintracht Francoforte. Si tratta di una presa di posizione ben precisa da parte del Campidoglio che deve combattere anche con i ‘turisti incivili’.

Sono diversi gli episodi che riguardano persone straniere che non rispettano i monumenti presenti nella Capitale. In questo caso si sta pensa ad un daspo che dovrebbe avere la stessa funzione del calcio. Ma prima di tutto si attende la risposta del Governo. Da Palazzo Chigi si potrebbe pensare ad una norma ad hoc per la Capitale sulla scia di quanto fatto per Venezia. Anche se ancora non ci sono conferme ufficiali.

ultimo aggiornamento: 27-02-2019

X