“Dovete morire di fame”: Roma si ribella ai rom

Tensione a Roma, centinaia di persone in strada contro lo spostamento di un gruppo di Rom in un centro di accoglienza allestito nel quartiere di Torre Maura, nella zona Est della Capitale.

Tensione a Roma nel quartiere di Torre Maura, nel quadrante est della Capitale, dove nel pomeriggio del 2 aprile era previsto lo spostamento di un gruppo di Rom in un centro di accoglienza allestito in via Codirossoni.

Roma, centinaia di persone in strada per manifestare contro i Rom

Proprio a pochi metri dal centro di accoglienza un gruppo di persone, sembra almeno un trentina, hanno dato luogo a una violenta manifestazione di protesta contro l’arrivo dei nomadi

I manifestanti hanno bloccato la strada con i cassonetti dell’immondizia e hanno dato alle fiamme i rifiuti. In pochi minuti si è moltiplicato il numero di persone scese in strada per manifestare e sembra che il numero di manifestanti abbia superato le duecento unità.

Tensione a Roma, bruciati i cassonetti dell’immondizia

Scene di guerriglia urbana e protesta violenta che hanno costretto le forze dell’ordine a intervenire per mettere in sicurezza la zona ed evitare che i manifestanti entrassero in contatto con i Rom. Tra le persone in strada sembra che ci fossero anche diversi esponenti di Casa Pound, movimento di estrema destra particolarmente attivo a radicato nella Capitale.

Torre Maura
fonte foto https://www.facebook.com/ForzaNuovaRoma

Calpestati i panini destinati alle persone accolte nel centro

I contestatori hanno poi intercettato i panini destinati ai nomadi accolti nella struttura, se ne sono impossessati e li hanno buttati a terra per calpestarli.

Virginia Raggi, le persone saranno ricollocate

Sulla questione è dovuta alla fine intervenire la sindaca Virginia Raggi che ha fatto sapere che le persone destinate al centro di Torre Maura saranno ricollocate.

Torre Maura, si indaga per odio razziale

La Procura di Roma ha deciso di aprire un’indagine su quanto accaduto a Torre Maura. L’ipotesi di reato, paventata anche dalla sindaca Virginia Raggi, è quella di odio razziale.

ultimo aggiornamento: 03-04-2019

X