1994, Roma-Milan 0-2: Massaro e Maldini espugnano l’Olimpico

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

Nel 1994 i rossoneri di Capello vincono il terzo scudetto consecutivo. Roma-Milan è il manifesto degli uomini di Capello: grande difesa, Massaro infallibile e Savicevic spettacolare.

Il campionato 1993/94 vede il Milan di Capello difensore dello scudetto e vice-campione d’Europa, dopo l’amara finale contro il Marsiglia. E’ un Diavolo diverso, senza Gullit e Rijkaard e con Van Basten ancora fermo ai box per infortunio. E così il tecnico di Pieris decide di puntare moltissimo sulla difesa capitanata da Baresi e schermata da Albertini e Desailly. In avanti, a quasi 33enne Massaro si scopre bomber mentre Savicevic vive una delle migliori stagioni in rossonero. Dopo il ko del “Ferraris” contro la Sampdoria alla decima giornata, il Milan ingrana la quinta e non perde più fino a fine marzo. L’attacco segna poco ma la retroguardia è un bunker.

Rossi verso il record

Già nel girone d’andata il portiere Sebastiano Rossi aveva mantenuto inviolata la porta per diverse gare prima di arrendersi al foggiano Kolyvanov. Poi, dalla 16/a contro il Cagliari, il colosso rossonero ha chiuso nuovamente la porta, avvicinandosi al record di Zoff (battuto proprio nel match di ritorno contro il Foggia).

Roma-Milan, vittoria d’acciaio

Il 6 febbraio 1994, in una serata piovosa, si gioca Roma-Milan. L’avvio dei giallorossi è importante con l’estremo difensore rossonero costretto a fare gli straordinari. Gli uomini di Capello sono però cinici e alla prima occasione trovano il vantaggio: Savicevic scatta e calcia in porta; un leggera deviazione manda il pallone sul palo e Massaro è puntuale per ribattere a rete. Dopo qualche sofferenza di troppo, il Milan blinda la gara e nel secondo tempo raddoppia con Maldini sugli sviluppi di un corner. Savicevic colpisce anche la traversa con un destro velenoso mentre nel finale Boban sfiora il tris. La vittoria lancia il Diavolo verso la conquista del terzo scudetto consecutivo.

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 22-02-2018

Fabio Acri