Roma, profanata la tomba della madre di Enrico Montesano

Profanata la tomba della madre di Enrico Montesano. Lo sfogo dell’attore romano: “Dove sono i servizi cimiteriali? Mi sento violentato”.

L’attore romano Enrico Montesano denuncia, “hanno profanato la tomba di mia madre”. Il fatto è avvenuto nel cimitero del Verano, una delle attrazioni della Capitale anche alla luce dei tanti personaggi illustri che vi sono sepolti tra magnifici monumenti. A dare l’allarme è stato lo stesso attore che, recatosi al cimitero, ha visto la tomba di famiglia gravemente danneggiata da alcuni vandali che hanno sottratto un libro in marmo sul quale era posta la foto della mamma di Montesano.

Enrico Montesano: “Hanno profanato la tomba di mia madre”

Hanno profanato la tomba di mia madre. Chiunque sia stato ha violato la memoria e il rispetto per una persona che non c’è più. Oggi mi sento violentatoha dichiarato Montesano ai microfoni di Leggo commentando l’accaduto. L’attore non è riuscito a nascondere il dolore per un atto che ha definito vile e incomprensibileStando al racconto emerge che i profanatori hanno anche spostato la lastra di marmo  che copre la tomba.

Negli ultimi mesi il cimitero del Verano è diventato teatro di diversi atti di criminalità che vanno dagli scippi al danneggiamento dei monumenti e delle tombe. I cittadini hanno chiesto alle autorità di intervenire per un luogo importantissimo sia dal punto di vista spirituale che da quello culturale.

Enrico Montesano
Fonte foto: https://www.facebook.com/TicketItalia/?tn-str=k*F

Enrico Montesano attacca: “I servizi cimiteriali dove sono? Si fanno vivi solo per mandare avvisi di pagamento. A questo punto non ci sto”

Enrico Montesano si è poi lasciato andare a un duro sfogo contro le autorità che dovrebbero garantire la sicurezza all’interno del cimitero monumentale del Verano:  “Non è possibile che un cimitero come il Verano sia terra di nessuno. Ho parlato con dei visitatori che mi hanno raccontato di scippi e furti all’ordine del giorno. Possibile che non ci sia sorveglianza? L’Ama dov’è? I servizi cimiteriali dove sono? Si fanno vivi solo per mandare gli avvisi di pagamento. A questo punto non ci sto. Non è giusto. E non è tollerabile vedere un cimitero storico dove si viene assaliti dalle zanzare, dove è tutto sporco e abbandonato e dove i ricordi vengono portati via da balordi che fanno il bello e il cattivo tempo. È ora di dire basta. Per evitare i furti basterebbe installare una rete di telecamere, quanto costeranno mai? Ne va della sicurezza dei cittadini“.

Fonte foto: https://www.facebook.com/TicketItalia/?tn-str=k*F

ultimo aggiornamento: 10-09-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X