Eusebio Di Francesco in conferenza stampa: “Il destino passa dalle nostre mani. Kolarov è un po’ affaticato ma ci sarà”.

ROMA – La Roma vuole la qualificazione. Domani sera all’Olimpico i giallorossi devono vincere contro il Qarabag per avere la certezza matematica di approdare agli ottavi di finale di Champions League: “Il destino – dichiara in conferenza stampa Eusebio Di Francesco passa dalle nostre mani e dai nostri piedi. Radja e Perotti hanno recuperato mentre dovremo valutare Kolarov un po’ affaticato ma ci dovrebbe essere”. Il tecnico giallorosso chiede attenzione alla squadra: “Gli azeri sono da prendere con le molle, non sono la squadra della prima partita contro il Chelsea”. Chiusura sul campionato: “Mi piacerebbe contenderlo all’Inter, perché adesso è prima. La cosa, però, ora è relativa. Conta passare il turno domani“.

Daniele De Rossi: “Chiedo scusa per il gesto di Genova. Domani vale come un derby”

Insieme a Di Francesco, in conferenza stampa parla anche Daniele De Rossi che ritorna sul gesto di Genova: “Ho chiesto scusa e tornerei volentieri indietro. Ora mi concentro sulle altre partite. Non voglio fare promesse per il futuro, perché non dipende da me. Vorrei smettere quando non mi divertirò più“. Il capitano giallorosso parla anche della sfida di domani: “Vincere sarebbe fondamentale per la nostra dimensione europa. Prepareremo questa sfida come un derby o un vero big match“.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

De Rossi

Chiusura finale sullo stadio: “Ad oggi non è la nostra priorità, il nostro futuro, almeno quello prossimo, lo costituiamo domani“.


Patrick Cutrone, il Torino si defila: il punto della situazione

Repubblica – Gruppo arabo interessato al Milan. Novità anche sulla questione stadio