Roma, ragazzo aggredito perché ha la maglia antifascista. Quattro fermi

Roma, ragazzo con la maglia di Cinema America aggredito perché antifascista. Si trovava con tre amici quando è stato pestato da una decina di persone.

Brutale pestaggio a Roma, dove un ragazzo è stato aggredito mentre si trovava con i suoi amici. Il motivo dell’aggressione, come riferito dalla vittima, è legato a motivi politici. Il giovane aveva indosso una maglia del Cinema America, un locale storico della Capitale, feudo di un’ideologia di sinistra. I quattro giovani hanno rimediato diverse fratture e contusioni in seguito al pestaggio.

Roma, ragazzo aggredito perché antifascista: indossava la maglia del Cinema America

Stando alle informazioni raccolte, l’aggressione è avvenuta intorno alle quattro del mattino. La vittima si trovava insieme con tre amici quando è stato avvicinato da un gruppo di individui, circa una decina e tutti sulla trentina. Dopo gli insulti e le offese si sarebbe passati all’aggressione fisica, con calci e pugni contro il giovane, il quale si era rifiutato di togliere la maglia del Cinema America.

Ragazzo aggredito a Roma
Fonte foto: https://www.facebook.com/piccoloamerica

La vicenda è stata condivisa sulla pagina Facebook del Cinema America, che ha ricevuto la segnalazione e ha voluto esprimere il proprio sostegno alle vittime e il proprio sdegno per gli aggressori.

“Alle 4 del mattino quattro ragazzi ventenni sono stati aggrediti da una decina di individui di circa trent’anni al grido di ‘hai la maglietta del Cinema America, sei antifascista levati subito la maglietta, te ne devi andare via’. I quattro avevano passato la serata in Piazza San Cosimato per seguire le proiezioni dei ragazzi del Cinema America. Sono seguite bottigliate, pugni, insulti e testate con minacce affinché i ragazzi levassero le magliette”.

Di seguito il post condiviso sulla pagina Facebook

Aggressione a Roma, quattro fermi

Grazie alle immagini delle videocamere di sorveglianza installate nella zona e grazie alle testimonianze delle vittime, le autorità hanno fermato quattro persone accusate di aggressione, Si tratterebbe di individui che appartenenti o comunque vicini ai movimenti di estrema destra.

Il racconto di uno dei protagonisti: Prima erano due, poi quattro, poi una decina

Anche le vittime hanno voluto parlare sui social raccontando la propria versione dei fatti sui canali social del Piccolo Cinema America.

“Eravamo a San Francesco a Ripa, all’inizio erano in due, hanno iniziato a insultarci e in pochi minuti da 2 sono diventati 4 e dopo una decina, non siamo riusciti a scappare e a difenderci. È stato un assalto pieno di violenza. Io non ho acconsentito a togliere la maglietta e la conseguenza è stata una testata sul naso, che domani devo operare d’urgenza. È evidente che avessero già deciso di aggredirci. Abbiamo avuto la sensazione che ci avessero seguito”.

Dura la reazione del Piccolo America Carocci che ha parlato di una vera e propria aggressione squadrista contro quattro ventenni colpevoli solo di avere indossato una maglietta.

ultimo aggiornamento: 18-06-2019

X