Scoppiato un incendio nella discarica di Roma, che ha prodotto una nube tossica che aleggia sopra la capitale.

Emergenza ambientale a Roma. Da ieri 15 giugno 2022 Roma sta affrontando una crisi ambientale di una portata non indifferente. In seguito allo scoppio di un grave incendio nei pressi della discarica di Malagrotta, la capitale si è trovata a dover far fronte alle conseguenze nefaste prodotte dalla nube di fumo, carica di diossina.

L’incendio è scoppiato nella giornata di ieri, nel tardo pomeriggio, intorno alle 17.40. Subito sono intervenuti nell’impianto di trattamento dei rifiuti indifferenziati i vigili del fuoco. L’incendio, secondo le prime ricostruzioni, si sarebbe propagato nell’area dove si trova un gassificatore mai entrato in funzione.

Il quotidiano Romatoday ha raccontato la vicenda, spiegando che inizialmente, fino alle 19.00 di ieri, i vigli del fuoco stavano domando l’incendio con successo. Dopo le 19.00 l’incendio si è propagato all’area della seconda linea del trattamento meccanico e biologico, ardendo la zona della vasca di contenimento dei rifiuti.

Incendio Vigili del fuoco

Dall’incendio alla vasca di contenimento si è sollevata una nube di fumo in cielo di dimensioni gigantesche. In quel momento sono arrivati i rinforzi dei vigili del fuoco provenienti anche da fuori provincia. Il fuoco continuava ad espandersi, colpendo la seconda linea del Tmb, ovvero il capannone dove viene trattato l’indifferenziato.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Una nube tossica aleggia sulla capitale

Le migliaia di rifiuti presenti nell’area incendiata costituiscono un potente combustibile che potrebbe continuare ad alimentare le fiamme per un giorno intero. L’agenzia ambientale regionale sta monitorando la nube di fumo. Essendo prodotta dalla combustione di rifiuti – anche chimici – è assolutamente da non respirare, in quanto altamente nociva. Per questo motivo, ai cittadini è stato suggerito di chiudere porte e finestre per limitare la propagazione dei fumi tossici.

Il rischio diossina non viene escluso. Sono in corso i rilevamenti delle centraline dell’arpa. Nel frattempo la capitale ha chiuso anche gli uffici della Regione Lazio nei paraggi dell’area colpita. Sarà indetta nella giornata di oggi, la chiusura di scuole, asili, nidi, centri estivi. Sarà inoltre decretato il divieto di raccolta nelle campagne.

Le parole del sindaco di Roma sull’incendio

Il sindaco Roberto Gualtieri sulla vicenda: “L’incendio del Tmb non è solo un grave incidente, ma costituisce un danno significativo per il sistema di raccolta e smaltimento dei rifiuti a Roma, su cui avrà inevitabili conseguenze immediate“.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 16-06-2022


Elena Del Pozzo, legale della madre killer: “Era come annebbiata…”

Violenza sessuale, 68enne abusa di una bambina