Fenomeno babygang, smantellata una banda attiva ad Acilia, nella periferia di Roma.

Continua la lotta della autorità contro le babygang. Dopo le vicende di Milano, che hanno portato all’arresto di un gruppo di ragazzi che imperversava nel centro importunando, malmenando e rapinando le vittime, nella periferia di Roma è stata sgominata un’altra banda. Stando a quanto riferito da TGCOM24 i militari avrebbero fermato quattro minorenni.

Roma fermata babygang: violenze e rapine nel quartiere di Acilia, nella periferia di Roma

La banda avrebbe commesso una serie di rapine concentrando le proprie azioni soprattutto nei pressi della stazione di Acilia, nella periferia di Roma, a pochi chilometri da Ostia e dal quartiere dell’Axa, dove si è verificata l’aggressione al nuotatore Manuel Bortuzzo.

Secondo le ipotesi, però , il gruppo avrebbe agito anche in altre zone della Capitale ma probabilmente in maniera sporadica.

Le ipotesi degli inquirenti

I membri della banda sarebbero responsabili di estorsione, furti, rapine e pestaggi, reati di cui dovranno rispondere le persone fermate. Sarebbero state individuate quattro persone, tutte minorenni, tre dei quali sarebbero stati raggiunti da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Gli inquirenti dovranno accertarsi delle responsabilità individuali della persone fermate e dovranno chiarire quali e quanti reati abbiano effettivamente commesso.

In Italia dilaga il fenomeno delle babygang

Dilaga in Italia il fenomeno delle babygang che interessa tutto il paese da Nord a Sud. La questione richiede un’attenta discussione politica che possa risolversi con una strategia risolutiva atta a debellare un problema che sembra ormai radicato e interessa giovani provenienti anche da famiglie senza criticità o problemi sociali.

ultimo aggiornamento: 09-03-2019


Tav, c’è un’analisi che promuove l’opera. È stata redatta dalla società di Ponti (che ha bocciato il progetto per il Mit)

La protesta del latte continua, assaltata una cisterna nel Sassarese