Luciano Spalletti in conferenza saluta la Roma: “Non so dove andrò ma sono libero di scegliere. Il mio successo? Spero Di Francesco o Montella”.

Dopo l’annuncio dato sul sito nella mattinata odierna della separazione tra la Roma e Luciano Spalletti, il tecnico di Certaldo ha parlato in conferenza stampa motivando la sua decisione: “Me ne vado – dice il toscano – per questa divisione ma non penso di avere sbagliato nulla. I fischi ricevuti durante la stagione non li meritavo perché ho sofferto anche io quando la Roma perdeva. Se ci fossero stati applausi domenica non sarebbe cambiato nulla perché io li ho sentiti anche in precedenza. Totti? Io con Francesco rimango amico. Non c’è stata nessuna rivalità e magari andremo anche a cena nei prossimi mesi. Non l’ho fatto smettere io anzi forse l’ho fatto giocare un anno in più“. Spalletti parla anche del suo futuro: “Sono una persona libera e prendo contatti con chi mi pare“.

Il futuro si chiama Eusebio Di Francesco. Il weekend sarà decisivo

Il futuro si chiama Eusebio Di Francesco: il tecnico ha già un accordo di massima con la Roma con Monchi che sta studiando la strada per cercare di eludere la clausola rescissoria. La prima via potrebbe essere quella di riscattare Lorenzo Pellegrini rimpinguando le casse neroverdi con 10 milioni di euro oppure la seconda è quella di girare Riccardo Marchizza al Sassuolo e fare uno sconto sul riscatto di Federico Ricci.

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati

TAG:
calcio primo piano roma Spalletti

ultimo aggiornamento: 30-05-2017


Milan, problema per Kessié: servono nuovi test. E su Biglia…

Real, Zidane: “Finale speciale, non ci sono favoriti”